Rabbia in Europa per le proposte di imporre che tutte le bistecche in una bistecca abbiano lo stesso spessore nella folle burocrazia di Bruxelles

  • Il manzo e l'agnello devono essere tagliati a “fette orizzontali… spesse da 3 a 5 mm”.



In tutta Europa sta crescendo la rabbia per le bizzarre proposte di imporre che tutte le bistecche nel doner kebab abbiano lo stesso spessore.

La Turchia ha chiesto di dare ai suoi prodotti alimentari più famosi la stessa protezione UE della pizza napoletana italiana, del bacon spagnolo e dello champagne francese.

Lo Stato ha richiesto che ci siano regole molto specifiche su come dovrebbero essere modellate le fette sottili di carne del doner, di cosa dovrebbe essere fatta la carne e che ci dovrebbe essere un “certo standard” per la sua produzione.

La Turchia vuole che il nome del donatore sia registrato in Europa in modo che possa essere utilizzato solo da coloro che si conformano al metodo di produzione e alle specifiche registrate.

Se la proposta dovesse passare attraverso un processo di tre mesi, significherebbe che ci sarebbe uno standard europeo per quello che verrebbe chiamato doner kebab, qualcosa a cui ristoranti e negozi in tutta Europa dovrebbero aderire.

Turchia La Turchia ha chiesto di dare al suo doner kebab la stessa protezione UE della pizza napoletana italiana, del bacon spagnolo e dello champagne francese.

Possono essere definite doner solo grandi fette di manzo e agnello “tagliate orizzontalmente in cotolette spesse da 3 a 5 mm”, mentre nel caso del pollame le fette di pollo possono avere uno spessore da 1 a 2 cm.

Il doner kebab, un classico piatto di carne, consiste in sottili fette di manzo, agnello o pollo, filate su uno spiedino di acciaio inossidabile sul fuoco, cuocendo la carne mentre ruota verticalmente attorno al proprio asse.

Prima di infilarla sullo spiedo, la carne viene marinata in una miscela di yogurt, pepe, concentrato di pomodoro, aromi, spezie e sale.

READ  È iniziata come una giornata tranquilla in un luogo bellissimo nel sud di Manchester... ed è finita in tragedia

Secondo i media locali, uno dei motivi per cui la Turchia vuole che l’UE protegga il kebab è preservare la tradizione poiché il piatto si è evoluto durante il suo viaggio verso l’Europa.

Secondo l’Associazione europea dei produttori turchi di Shawarma, l’economia europea dello shawarma vale la cifra sbalorditiva di 3,5 miliardi di euro (2,9 miliardi di sterline).

Sebbene siano in qualche modo legate al sistema di qualità dell'origine protetta dell'UE, le specialità tradizionali non sono incluse nel quadro delle indicazioni geografiche, che fornisce il massimo livello di protezione per i prodotti alimentari in tutta Europa. euronews Rapporti.

Questo livello di protezione rafforzato è concesso ai prodotti direttamente collegati a un'area geografica, cosa che non si applica alla tecnica di cottura tradizionale della carne del doner.

Questo è anche il motivo per cui al Prosciutto di Parma è stata concessa l'indicazione geografica, mentre solo al Jamón Serrano è stata concessa la tutela.

Il marchio alimentare ha già suscitato polemiche, anche quando gli italiani si sono opposti all’uso del termine tradizionale “prosek” per riferirsi al vino da dessert croato perché sembrava troppo simile al Prosecco italiano.

Per quanto riguarda il donatore della Turchia, potrebbe sollevare lamentele anche il suo vicino e rivale culturale, la Grecia.

“Si dice che la Grecia sia stata il primo paese in Europa in cui il 'doner' è stato servito durante lo scambio di persone tra la Turchia e la Grecia nel 1922. In Grecia, era chiamato 'gyros'”, si legge nella domanda della Turchia.

Si è ora aperta una tesa fase di consultazione che durerà tre mesi, durante i quali i paesi potranno opporsi alla richiesta.

READ  I leader democratici vogliono il voto della Camera sull'agenda interna di Biden martedì | amministrazione Biden

Le opinioni sull'applicazione sono state divise, alcuni hanno elogiato la mossa come un passo positivo, mentre altri hanno messo in dubbio l'origine del piatto.

Molti utenti dei social media hanno condiviso la prima foto conosciuta di un doner kebab dell'Impero Ottomano, confermando che è sempre stato un piatto turco.

Ma altri non erano d’accordo con questa affermazione.

“La Germania dovrebbe presentare una domanda riconvenzionale”, ha scritto in precedenza una persona su Twitter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *