Max Verstappen vince la decima gara consecutiva con la vittoria del GP d'Italia di F1 | Formula Uno

Max Verstappen è entrato nei libri di storia con la sua vittoria nel Gran Premio d'Italia – un record, la decima vittoria consecutiva, che ha portato il pilota della Red Bull a un raro livello di successo non raggiunto da nessun pilota di Formula Uno dall'inizio del campionato nel 1950.

Ciò che ha colpito della vittoria di Monza è stato il fatto che, nonostante fosse un progresso incessante, l'ha completata con un'atmosfera che ricordava una passeggiata nel parco – il Parco di Monza nello specifico, e forse in modo appropriato.

La sede del parco presso la pista è il luogo in cui 10.000 alberi sono stati spezzati durante le tempeste che hanno colpito l'area a fine luglio e hanno devastato terribilmente la bellezza naturale che circonda la pista. Verstappen, che ora può essere considerato la forza della natura della Formula 1, è stato altrettanto testardo nel raggiungere la sua vittoria record.

Dopo aver giocato un gioco d'attesa nelle prime fasi della gara dal secondo posto in griglia, è riuscito a superare Carlos Sainz della Ferrari per il comando al quindicesimo giro, e da quel momento è stato inattaccabile, come lo era stato nelle nove gare precedenti. della sua serie di vittorie consecutive. . Sainz è arrivato terzo dietro al compagno di squadra della Red Bull di Verstappen Sergio Perez, che è tornato al secondo posto dal quinto in griglia.

Tuttavia, la vittoria sembrava sempre essere nelle mani di Verstappen in una serie iniziata vincendo il Gran Premio di Miami a maggio. Con la sua decima vittoria consecutiva, ha superato il record di Sebastian Vettel di nove vittorie consecutive dal 2013. Vettel ha mandato un messaggio a Verstappen la scorsa settimana per incoraggiarlo a raggiungere il record, con il tedesco che legge la scritta sul muro proprio come hanno fatto quasi tutti gli altri osservatori.

READ  Alla Juventus sono stati detratti 15 punti dal tribunale italiano dopo aver indagato sulle offerte di trasferimento del club

Guida veloce

Come posso iscrivermi per ricevere gli avvisi sulle ultime notizie sportive?

Visualizza

  • Scarica l'app Guardian dall'App Store iOS su iPhone o dal Google Play Store su Android cercando “The Guardian”.
  • Se hai già l'app Guardian, assicurati di utilizzare la versione più recente.
  • Nell'app Guardian, tocca il pulsante del menu in basso a destra, quindi vai su Impostazioni (icona a forma di ingranaggio), quindi Notifiche.
  • Attiva le notifiche sportive.

Grazie per il tuo feedback.

Questo non vuole sminuire i risultati di Verstappen. La sua macchina è senza dubbio estremamente dominante, ma anche il 25enne olandese doveva comportarsi bene. È tornato dal nono posto per vincere a Miami, battendo Perez che partiva dalla pole, e nel frattempo ha inferto un duro colpo a qualsiasi ambizione di titolo del suo compagno di squadra. Allo stesso modo è passato dal sesto posto alla vittoria a Spa. Ha dovuto eseguire con assoluta precisione in 10 occasioni e lo ha fatto in modo quasi impeccabile.

Per quanto riguarda il fatto che sia diventato prevedibile e abbia svuotato lo sport della sua tensione, non è colpa sua e non dovrebbe sminuire il risultato. Proprio come quando Tiger Woods smantellava perfettamente i campi da golf di tutto il mondo, Verstappen è un atleta all'apice delle sue forze e le maneggia con grande talento.

Ha detto che era orgoglioso del risultato ottenuto ed è stato chiaramente un momento che ha apprezzato. Dopo essere sceso dalla macchina, ha alzato entrambe le mani e cinque dita su ciascuna di esse per riflettere la decima vittoria. Nessuno sa dove andrà con questo gesto l'11, il 12 o il 13 autunno – e in questa forma non c'è motivo per cui non possa rivendicarlo.

Durante il Gran Premio d'Italia, Max Verstappen ha un vantaggio di 145 punti sul suo compagno di squadra della Red Bull Sergio Perez nel Campionato del Mondo. Fotografia: Claudia Greco – Reuters

Verstappen e Red Bull hanno debitamente festeggiato con entusiasmo. La sua squadra ha vinto 24 gare su 25 e rimane sulla buona strada per un risultato senza precedenti in questa stagione.

Ma anche i tifosi della squadra di casa avevano voglia di godersi la partita. La Ferrari non ha avuto molto da festeggiare quest'anno, quindi con un podio nella gara di casa, l'ha abbracciata quasi come se fosse una vittoria e ha fischiato a gran voce Verstappen, che ora occupa la stessa pantomima di Lewis Hamilton a Monza. .

Salta la precedente promozione della newsletter

Con la linea di partenza e di arrivo affollata di tifosi, bandiere e fumo delle torce rosse, ancora una delle scene più emozionanti del motorsport, un coro di “Carlos, Carlos, Carlos” echeggiava tra gli spalti. Verstappen potrebbe avere un ottimo record, ma erano determinati a ottenere tutto il divertimento possibile dal combattutissimo pilota della Ferrari.

Una volta che Verstappen ha preso il comando, ha raggiunto la vittoria, ma Sainz ha sfidato la moto che aveva e poi ha prodotto alcuni fuochi d'artificio a fine gara mentre lui e il compagno di squadra della Ferrari Charles Leclerc hanno lottato senza pietà tra loro per il terzo posto. È stata una prestazione gloriosa che ha chiaramente sollevato lo spirito dei tifosi quando Sainz ha superato il suo compagno di squadra per conquistare il quarto posto.

Verstappen ha detto, con una certa modestia, che non avrebbe creduto che la sua impresa fosse possibile quando ha provato a portarla a termine, ma con 47 vittorie in carriera ora al suo attivo, sembra che altri grandi record di Formula 1 siano alla sua portata. È anche il suo terzo titolo: ha 145 punti di vantaggio su Perez nel mondiale, ed è sulla buona strada per conquistare il titolo nei prossimi due o tre incontri.

George Russell e Hamilton sono arrivati ​​quinto e sesto per la Mercedes.

Albon è arrivato settimo con la Williams, Norris ottavo con la McLaren, Fernando Alonso nono con l'Aston Martin e Valtteri Bottas decimo con l'Alfa Romeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *