Max Verstappen svela i dettagli di una conversazione privata con Nick de Vries dopo il Gran Premio d’Italia | F1 | gli sport

Max Verstappen ha aperto una chiacchierata privata con Nyck de Vries in vista del debutto in F1 olandese al Gran Premio d’Italia. La star della Red Bull ha rivelato di aver tenuto un “discorso motivazionale” al suo connazionale per calmare i suoi nervi.

De Vries ha recitato nel suo debutto in Formula 1 quando ha preso i punti per la Williams finendo P9 mentre il compagno di squadra Nicholas Latifi ha lottato per arrivare al P15. Dopo la gara, Verstappen ha dichiarato: “Prima di tutto divertiti e non pensarci troppo, non stressarlo troppo.

“Ricordo la mia prima cosa… tutto accade molto velocemente, ma penso che sia più probabile se ti dici che vedremo cosa succede invece di concentrarti davvero. Ho bisogno di un buon inizio. Ho bisogno di un buon primo corso. Tu non dovrebbe nemmeno pensarci.” E penso che abbia gestito tutto molto bene, ovviamente.

“Ma sì, è carino. Ci conosciamo così bene che è stato solo un breve discorso motivazionale. ” Verstappen si è congratulato con De Vries dopo la gara quando i due sono stati visti abbracciarsi al Parc ferme.

LEGGI DI PIÙ: Max Verstappen emette un severo avvertimento dalla Red Bull per le future speranze di titolo di F1

Dopo la gara di Monza, Capito ha detto che non c’era “nient’altro che si potesse fare” per De Vries per rivendicare il suo posto. Tuttavia, De Vries ammette che le prestazioni in gara spesso non sono sufficienti per assicurarsi un posto in F1.

Ha spiegato: “Penso che questo fine settimana sia stata una buona prestazione, ma ci si aspetta sempre di fare bene e non spetta a me decidere la formazione dei piloti. Questo mondo è molto volubile e non solo un vantaggio. [that] contare. È fuori dal mio controllo.

READ  Benetton 17-19 Connacht: il tentativo all'ultimo minuto di Aki regala al Connacht la vittoria nel finale

“Ma questo, nessuno può portarmelo via. Non importa cosa accadrà in futuro, che sia qui o meno, posso ancora guardare indietro con orgoglio a un debutto e primo momento in F1”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.