Macron chiede elezioni anticipate in Francia e le dimissioni del primo ministro belga dopo i disastrosi risultati elettorali notizie dal mondo

In tutta Europa, l’estrema destra e i populisti hanno ottenuto notevoli guadagni nelle elezioni del Parlamento europeo, sollevando interrogativi su come sarà il futuro politico del continente.

di Andy Hayes, giornalista


Lunedì 10 giugno 2024 alle 02:27 ora del Regno Unito

Il presidente francese Emmanuel Macron ha indetto elezioni anticipate dopo che il suo partito ha ottenuto risultati disastrosi alle elezioni europee, mentre in Belgio gli scarsi risultati delle elezioni generali hanno portato il primo ministro a promettere le dimissioni.

Il partito di estrema destra Raggruppamento Nazionale guidato da Marine Le Pen ha ottenuto circa il 32% dei voti del Parlamento europeo Francia – Un aumento di 10 punti rispetto alle ultime elezioni del 2019.

Questo è più del doppio del meno del 15% preso Signor Macron Il partito centrista e filoeuropeo Ennahda, secondo i sondaggi d'opinione.

Macron ha detto che non può “far finta che non sia successo nulla” e ha ammesso che le elezioni europee “non erano nell’interesse del suo governo”.

Ha aggiunto che “l'ascesa dei nazionalisti” rappresenta un pericolo per la Francia e l'Europa.

Jordan Bardella, il principale candidato del Rassemblement National, ha affermato che Macron è un “presidente debole”.

Oltre confine, in Belgio, il partito liberale di Alexander De Croo ha ottenuto meno del 7% dei voti alle elezioni generali.

“Questa per noi è una serata molto difficile, abbiamo perso”, ha detto De Croo.

“Da domani sarò il primo ministro uscente. Ma noi liberali siamo forti e torneremo”.



immagine:
Macron ha affermato che la Francia “ha bisogno di una maggioranza chiara” quando ha annunciato le elezioni anticipate. Foto: Reuters

Nel frattempo, in Germania, anche i socialdemocratici di Olaf Scholz hanno subito un duro colpo tra gli elettori, con il partito Alternativa per la Germania (AfD), tormentato dallo scandalo, balzato al secondo posto.

READ  Attackers attack and set fire to a Hindu temple in northwest Pakistan

“Ho deciso di restituirvi la scelta del nostro futuro parlamentare attraverso il voto”, ha detto Macron all’Eliseo.

“Pertanto, sciolgo l’Assemblea nazionale”.

Ha aggiunto che ci saranno due turni di votazione il 30 giugno e il 7 luglio.

“Ho ascoltato il tuo messaggio e le tue preoccupazioni e non li lascerò senza risposta”, ha detto Macron.

Ha aggiunto: “La Francia ha bisogno di una maggioranza chiara per poter agire con calma e armonia”.



immagine:
Jordan Bardella, il principale candidato del Rassemblement Party Nazionale. Foto: AP

Le Pen ha detto che il suo partito “è pronto a prendere il potere se i francesi ci daranno la loro fiducia nelle prossime elezioni nazionali”.

Ha aggiunto: “Siamo pronti a rimettere in piedi il Paese. Siamo pronti a difendere gli interessi del popolo francese. Siamo pronti a porre fine all'immigrazione di massa”.

Il politologo francese Dominique Moisi ha dichiarato a Sky News che Macron sembrava “giocare a poker” e correre “grandi rischi per il futuro politico del suo Paese”.

Moise ha aggiunto che la decisione del presidente francese è stata una “completa sorpresa”.

“Nessuno in Francia si aspettava che il presidente scegliesse di sciogliere il Parlamento poche settimane prima dei Giochi Olimpici francesi [and] Pochi giorni dopo il D-Day venne commemorato sulle spiagge della Normandia.

Donald Tusk, primo ministro polacco, ha affermato che Macron “non ha scelta” riguardo allo scioglimento del parlamento.

Ha aggiunto: “Questa è una lezione per noi”.

Leggi di più da Sky News:
Due membri del gabinetto di guerra israeliano si sono dimessi
Migliaia di persone manifestano contro il turismo di massa a Maiorca
Veterano della Seconda Guerra Mondiale, 100 anni, sposa la sua dolce metà, 96 anni, vicino alle spiagge del D-Day



immagine:
Marine Le Pen e Jordan Bardella al raduno Nazionale. Foto: Reuters

Un simile spostamento a destra è in corso anche in Germania, il paese più popoloso dell’Unione Europea.

READ  Avvelenamento da funghi australiani: il figlio delle vittime rivela il testo finale alla madre | notizie dal mondo

L'AfD, il cui favorito è stato perseguitato dallo scandalo dopo aver dichiarato al quotidiano italiano La Repubblica che le SS, la principale forza paramilitare nazista, “non erano tutti criminali”, ha travolto i vacillanti socialdemocratici, finendo secondo con il 16,5% dei voti. . In aumento rispetto all’11% del 2019.

Il Partito socialdemocratico di Schulz è ora al terzo posto dopo il voto, e la vittoria dell'AfD sembra provenire soprattutto dai giovani.

Alice Weidel, co-leader del suo partito, ha detto che il suo partito sta andando bene perché “le persone sono diventate più antieuropee”.

“La gente è infastidita dalla troppa burocrazia a Bruxelles”, ha aggiunto.

Segui Sky News su WhatsApp

Tieniti aggiornato sulle ultime notizie dal Regno Unito e da tutto il mondo seguendo Sky News

clicca qui

Questa è un'edizione limitata della storia, quindi sfortunatamente questo contenuto non è disponibile.

Sblocca la versione completa

Il blocco cristiano-democratico di centrodestra, guidato dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, ha dominato la Germania con circa il 30%.

In Italia, il partito “Fratelli d'Italia”, il partito del primo ministro Giorgia Meloni, ha rafforzato la sua presa e ha ottenuto tra il 26 e il 30 per cento dei voti, secondo l'emittente statale RAI, mentre il Partito Democratico di centrosinistra ha ottenuto il 21 e il 20%. 25 per cento.

Sembra che queste elezioni siano state deludenti per i partiti verdi.

In Germania si prevede un calo dal 20% al 12%, mentre si prevedono ulteriori perdite in Francia e in diversi altri paesi dell’UE.

Avevano diritto di voto circa 373 milioni di europei in tutti i 27 paesi dell’UE e hanno eletto 720 rappresentanti.

READ  Donald Trump afferma che il suo movimento "è appena iniziato" dopo la sua assoluzione

Nel complesso, i partiti liberale e socialista hanno mantenuto la maggioranza nel parlamento da 720 seggi, ma il voto ha sollevato seri interrogativi su come le maggiori potenze dell’UE possano continuare a guidare la politica.

I deputati si insedieranno a metà luglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *