L’Italia sta richiedendo biocarburanti mentre l’Unione Europea cerca di revocare il divieto di eliminazione graduale dei motori a combustione

BRUXELLES (Reuters) – L’Italia ha avvertito la Commissione europea che sosterrà una soluzione per eliminare il piano dell’Unione europea di eliminare gradualmente le auto con motore a combustione entro il 2035 solo se consentirà la vendita di auto a biocarburante dopo tale data. .

L’Unione Europea sta correndo per salvare la sua politica principale per ridurre le emissioni di anidride carbonica dalle automobili, dopo che la Germania si è opposta all’ultimo minuto alla legge, che eliminerebbe gradualmente le vendite di nuove auto con motore a combustione dal 2035.

L’Italia e la Germania hanno entrambe chiesto all’Unione Europea di consentire la vendita di nuove auto con motore a combustione dopo il 2035 se funzionano esclusivamente con combustibili elettronici a emissioni zero, il che potrebbe sovvenzionare le case automobilistiche e le parti del motore a combustione.

In una lettera alla Commissione questa settimana, l’Italia ha affermato che la fornitura dovrebbe includere anche i biocarburanti, derivati ​​da biomasse come le piante.

Lo dicono tre ministri italiani dei trasporti, dell’ambiente e delle imprese nella lettera datata 21 marzo e vista da Reuters.

Bruxelles è in trattative con la Germania per cercare di risolvere il litigio e alcuni funzionari sperano che si possa raggiungere un accordo prima del vertice dei leader dell’UE giovedì. Anche paesi tra cui la Polonia e la Repubblica ceca hanno sollevato questioni sulla legge.

Nel tentativo di risolverlo, la commissione ha elaborato una proposta per consentire alle case automobilistiche di immatricolare nuove auto che funzionano esclusivamente con carburanti a emissioni zero. La bozza, vista da Reuters martedì, non includeva i biocarburanti nella definizione di “carburanti carbon neutral”.

READ  Un gruppo firma un protocollo d'intesa per formare più di 200 giovani nigeriani

Un portavoce del ministero dei Trasporti italiano ha dichiarato di non aver ricevuto risposta alla lettera.

Nella loro lettera, i ministri italiani hanno affermato di aspettarsi che la Commissione proponga di consentire la vendita dopo il 2035 di auto alimentate con qualsiasi tipo di carburante che, se bruciato in un motore, emette solo emissioni di anidride carbonica catturate dall’aria durante la loro fabbricazione.

Tre hanno affermato che un impegno da parte della Commissione su quando questa proposta legale potrebbe essere presentata potrebbe aprire un accordo sull’eliminazione graduale dei motori a combustione.

(Segnalazione di Kate Abnett; Segnalazione aggiuntiva di Elvis Armellini; Montaggio di Robert Purcell

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *