“L’Inter ha uno dei migliori settori giovanili d’Italia”

L’ex direttore dello Spezia Riccardo Pecini ha elogiato l’Inter per avere una delle accademie giovanili più prestigiose in Italia.

I nerazzurri hanno prodotto una vasta gamma di talenti e Pessini riteneva di essere in grado di produrre i migliori giovani calciatori, ma ha sostenuto che il calcio italiano dovrebbe implementare un sistema di seconda squadra per colmare il divario tra la primavera e la prima squadra.

In un’intervista pubblicata nell’edizione odierna del Foglio Sportivo, Beccini ha osservato che l’Inter è una buona piattaforma per i giovani giocatori, ma ha suggerito che è più difficile per i giovani progredire nei club più grandi.

“Il settore giovanile in Italia funziona bene, ci sono dei grandi reparti e mi vengono in mente Inter, Atalanta, Empoli, Torino e Genoa”, ha dichiarato Pessini.

“Dobbiamo cambiare il modo di arrivare in prima squadra con i giovani.

“Un ragazzo che viene dalla Primavera di Milan, Juventus o Inter non è pronto per giocare in Serie A in quei top club oggi. Credo che la seconda squadra debba diventare un passaggio fondamentale.

“La seconda squadra è diversa dalla primavera e dà al giocatore il tempo di fare il suo cammino con la giusta velocità e costanza.

“Invece oggi lo presti a una squadra per un anno e poi devi trovare un’altra soluzione. In questo modo lo sviluppo richiede più tempo”, ha concluso.

Pezzini è stato amministratore delegato dello Spezia da luglio 2021 a settembre 2022 e in precedenza ha svolto tre periodi separati come capo scout alla Sampdoria.

Il 44enne ha precedentemente lavorato all’AC Milan, al Monaco e all’Empoli, oltre a un ruolo di scouting con il club della Premier League Tottenham Hotspur nel 2005.

READ  L'Inghilterra U20 ha battuto l'Italia negli spareggi del Sei Nazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.