L’avventura pirata di Ubisoft Skull and Bones è stata rinviata ancora una volta e il suo debutto è ora previsto per l’inizio del 2024.

Come parte del suo ultimo rapporto sugli utili – per la prima metà dell’anno fiscale 2023-24 – Ubisoft ha annunciato un altro ritardo per Skull and Bones, con l’assediata avventura pirata prevista per arrivare nei primi mesi del 2024.

Skull and Bones è in sviluppo dal 2013, ma il gioco ha subito ripetuti ritardi dopo la sua rivelazione ufficiale nel 2017. Recentemente, Ubisoft ha spostato l’uscita del gioco da questo marzo a un punto “anticipato” non specificato nell’anno fiscale 2023-24 in In al fine di creare “un’esperienza più raffinata ed equilibrata e di creare consapevolezza”.

Da allora Skull and Bones ha ricevuto una beta chiusa, ma le informazioni riguardanti una nuova data di rilascio sono rimaste vistosamente assenti – e Ubisoft ha ora annunciato un ritardo fino al quarto trimestre del suo attuale anno fiscale, il che significa che dovrebbe arrivare in quel periodo. da gennaio a marzo 2024. Periodo. Non è stata fornita alcuna motivazione per quest’ultimo ritardo.


Telegiornale: discussione sullo spettacolo di anteprima dei partner Xbox.

Skull and Bones non è l’unico gioco a vedere un ritardo nell’ultimo rapporto sugli utili di Ubisoft. Anche il misterioso “grande gioco”, che ha debuttato nella sua lista di rilascio a maggio e originariamente era previsto prima della fine dell’anno fiscale in corso, il 31 marzo 2024, ora è stato ritardato. Il titolo, che secondo quanto riferito è il promettente Star Wars: Outlaws di Massive Entertainment, verrà lanciato nel prossimo anno fiscale di Ubisoft, ovvero dopo il prossimo aprile.

Ciò significa che l’elenco delle versioni rimanenti di Ubisoft per l’anno fiscale in corso è ora il seguente: Assassin’s Creed Nexus VR, Avatar: Frontiers of Pandora, Just Dance 2024, Prince of Persia The Lost Crown e Skull and Bones. Anche i giochi free-to-play Rainbow Six Mobile, The Division Resurgence e XDefiant arriveranno prima del 31 marzo del prossimo anno.

READ  Valorant arriva finalmente su console

Altrove nel suo rapporto sugli utili, Ubisoft ha parlato maggiormente del “piano di riduzione dei costi” in corso lanciato come parte di un programma di “ristrutturazione mirata” a seguito dei risultati finanziari deludenti di gennaio. L’editore afferma che una combinazione di ristrutturazione e “rigorosa supervisione dei processi di assunzione” ha portato a una riduzione dell’organico di oltre 1.300 dipendenti in tutto il mondo tra settembre 2022 e settembre 2023. Non ha specificato come quel numero sarebbe stato suddiviso tra partenze e licenziamenti.

In una nota che accompagna il rapporto sugli utili di oggi, il CEO di Ubisoft Yves Guillemot ha affermato che la società è “soddisfatta dello slancio delle vendite” dimostrato dai giochi Assasin’s Creed Mirage e The Crew Motorfest recentemente lanciati. Guillemot rileva inoltre che un accordo sui diritti di streaming cloud con Activision Blizzard, che Microsoft ha stipulato per dissipare le preoccupazioni delle autorità di regolamentazione del Regno Unito sull’acquisizione da 69 miliardi di dollari di Activision, è stato ora finalizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *