Jefferies assume un veterano banchiere del Credit Suisse in Italia

MILANO, 12 dicembre (Reuters) – Credit Suisse (CSGN.S) Paolo Silesia e Michele Pangrazzi nominati co-presidenti della sua attività di investment banking italiano mentre il veterano banchiere Andrea Donzelli lascia il gruppo svizzero per Jefferies (JEF.N)Hanno detto due persone vicine alla questione.

La gente ha detto che Donzelli sarebbe diventato il nuovo capo dell’Italia di Jefferies e vicepresidente dell’investment banking da gennaio o febbraio, simile ad altri importanti banchieri che si sono uniti dal conglomerato svizzero in difficoltà.

Jefferies l’anno scorso ha rubato Alejandro Przygoda e Armando Rubio-Alvarez dal Credit Suisse mentre rafforzava il suo team di istituzioni finanziarie con dozzine di nuove assunzioni a livello globale.

Donzelli è stato CEO di Credit Suisse in Italia e co-responsabile di Investment Banking e Capital Markets. In Jefferies, lavorerà a fianco del responsabile dell’Investment Banking in Italia di Jefferies, Mauro Premazzi.

Silesia, che è entrata a far parte di Credit Suisse nel 2007 dopo precedenti lavori presso Rothschild, UniCredit e Mediobanca, sta passando al nuovo ruolo di investment banking capital (IBCM) di capo dei mercati dei capitali per l’Europa meridionale, secondo una nota interna vista da Reuters.

Pangrazzi è stato co-responsabile delle fusioni e acquisizioni industriali di Credit Suisse in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA).

Il memorandum, firmato dai copresidenti di Credit Suisse in EMEA, Catal Desi e Giuseppe Monarchi, afferma che Silesia e Pangrazzi assumeranno le loro nuove responsabilità con effetto immediato.

(Segnalazione di Valentina Za, Giselda Fagnoni, Elisa Anzolin); Montaggio di Louise Heavens

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.