Il whisky “Scotch” imbottigliato con la mitragliatrice oltraggia l’Italia

Il whisky a marchio Scotch sta suscitando scalpore in Italia a causa del suo nome e della confezione insolita.

Cosa Nostra è pubblicizzato come un blended whisky invecchiato tre anni e venduto in una bottiglia a forma di mitragliatrice decorata con “post prolia premia” – “ricompense dopo le guerre”.

Lo spirito prende il nome dalla mafia siciliana ed è pubblicizzato come un richiamo “all’era di Al Capone o Lucky Luciano”.

Il whisky è commercializzato come un prodotto nuovo, ma gli stereotipi sulla criminalità organizzata in Italia non fanno ridere. Come ha notato il quotidiano economico il Sole 24 Ore “la parola mafia ci ricorda solo il dolore e la morte”.

Coldretti, un’associazione di imprenditori agricoli e agricoltori, ha unito le forze con l’alleanza agricola e industriale Fileria Italia per attaccare il whisky e altri prodotti di Cosa Nostra usando immagini mafiose.

Herald Scotland: Cosa Nostra WhiskyWhisky Cosa Nostra (Immagine: Amazon)

Le due organizzazioni hanno messo lo scotch su un tavolo in piazza del Teatro Politema con l’etichetta ‘A tavola con Cosa Nostra’ per esporre la merce per le strade di Palermo.

In esposizione anche le noci ‘Chili Mafia’ vendute in Inghilterra, il caffè ‘Mafioso’ dalla Bulgaria e le noci ‘Palermo Mafia Shooting’ dalla Germania.

Coldretti ha avvertito che tali stereotipi stanno danneggiando l’immagine dei prodotti italiani all’estero, in un momento in cui circa 300.000 posti di lavoro sono stati persi a causa della “falsificazione e falsificazione” del cibo italiano.

Il gruppo ha stimato che i prodotti contraffatti non sotto l’ombrello del Made in Italy generano circa 120 miliardi di euro all’anno e ha avvertito che essere etichettati come criminalità organizzata causerebbe “danni economici e di immagine” nei mercati emergenti.

READ  In Italia, una spinta per un futuro più equo

Hanno accusato le imprese di agire “senza riguardo per il dolore delle vittime ea scapito della reputazione del Paese”.

Ettore Brindini, presidente di Coldretti, ha dichiarato: “Usare nomi che rimandano alla mafia è un business che utilizza stereotipi legati alle organizzazioni mafiose e provoca un grave danno all’immagine del Made in Italy attraverso un evento banale e banale. Una tragedia in tutto il nostro paese”.

Il whisky Cosa Nostra è descritto da Coldretty come “dalla Scozia” e la bottiglia porta il nome “Scotch Whisky”. Affinché tale affermazione sia valida, è necessario soddisfare una serie di standard legali.

Per essere chiamato Scotch, il whisky deve essere maturato in botti di rovere per almeno tre anni, avere una gradazione alcolica minima del 40 percento, essere prodotto con acqua e malto d’orzo in una distilleria in Scozia e non contenere ingredienti esterni. Colore acqua e caramello.

L’Herald ha scoperto che Cosa Nostra è stato prodotto da Bartex Wine & Spirits, un gruppo in Polonia, da Glen Gate, un whisky venduto nel paese dell’Europa orientale.

Bartex non ha risposto a una richiesta di commento. L’ente commerciale Scotch Whisky Association è stato contattato per un commento.


leggi di più:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.