Il vulcano Etna emette giganteschi anelli di fumo in un fenomeno “insolito”.

Con i suoi 11.000 piedi, l'Etna è il vulcano più alto d'Europa. Secondo il Behnke Institute, le eruzioni vulcaniche vanno avanti da mezzo milione di anni, ma il vulcano ha acquisito la sua caratteristica forma a cono solo negli ultimi 100.000 anni.

Il magma si arrampica sull'Etna attraverso un canale centrale aperto che rilascia costantemente gas, il che significa che il fumo esce sempre dalla sua sommità.

L'ultima grande eruzione del vulcano è avvenuta nel maggio 2023, costringendo le autorità aeroportuali a mettere a terra tutti i voli nel vicino aeroporto di Catania, una popolare destinazione turistica.

In quel periodo, un'eruzione lavica dal cratere sud-orientale produsse una nube di cenere vulcanica nera che cadde sulla città, interrompendo non solo il traffico aereo ma anche i veicoli a terra.

La stessa cosa è accaduta a causa dell'eruzione vulcanica del 2001 e dei due anni successivi, quando uno strato di cenere vulcanica si è formato sulle strade e sulle autostrade, mettendo in pericolo il traffico automobilistico. Lo stesso è avvenuto quando sono caduti sull'asfalto.

Secondo l'istituto, inoltre, le polveri sottili vulcaniche potrebbero irritare gli occhi, la pelle e la gola delle persone, mentre i raccolti potrebbero essere danneggiati irrimediabilmente dalla cenere e dai sassi trasportati dal vento, in caso di eruzione.

Negli ultimi 100 anni si sono verificate molte grandi esplosioni. Nel 1971 diversi villaggi furono minacciati dalle colate laviche, che distrussero alcuni frutteti e vigneti. Per il decennio successivo l'attività del vulcano fu pressoché continua. Nel 1983, le autorità fecero esplodere la dinamite nel tentativo di deviare i flussi di lava, dopo un'eruzione durata quattro mesi.

READ  Francia e Germania hanno eluso l'embargo sulle armi per vendere armi alla Russia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *