Il titolo “Il cane più antico del mondo” è in fase di revisione poiché la rivendicazione è oggetto di indagine | Guinness dei primati

Bobby, il mastino portoghese, che ha detenuto comodamente il titolo di cane più anziano di sempre fino alla sua morte lo scorso ottobre all'età di 31 anni, è stato rivisto dopo che i dubbi sulla sua età hanno riconsiderato i funzionari del Guinness World Records (GWR).

La morte del cane ha fatto notizia in tutto il mondo e ha suscitato tributi da parte di GWR, che Annuncialo a lui Sia il cane vivente più vecchio del mondo che il cane più vecchio mai rilasciato nel febbraio 2023.

Fino alla morte di Bobby, avvenuta all'età di 31 anni e cinque mesi, era il cane più anziano mai registrato Bluey, il bovaro australiano Morì nel 1939 all'età di 29 anni e cinque mesi.

Tuttavia, l'onore è stato rapidamente seguito da controlli e dubbi sull'età record di Bobby, che equivale a più di 200 anni umani.

Alcuni osservatori hanno sottolineato che le foto di Bobby nel 1999 mostravano che aveva piedi di colore diverso rispetto al cane morto in Portogallo il 21 ottobre 2023, mentre i veterinari hanno sottolineato che sebbene la sua età fosse registrata nel database nazionale degli animali domestici, queste voci erano solitamente sulla base dell'autocertificazione dei proprietari. Successivamente sono stati condotti test genetici che hanno confermato la sua età avanzata, ma non hanno determinato la sua età specifica.

Danny Chambers, veterinario e membro del consiglio del Royal College of Veterinary Surgeons, che rappresenta 18.000 veterinari, ha dichiarato: “Nessuno dei miei colleghi veterinari crede che Bobby avesse effettivamente 31 anni”.

UN Un'indagine “molto seria” della rivista tecnologica Wired Ha poi stabilito che mentre il database del governo portoghese sulle registrazioni di cani e gatti conteneva una voce per Bobby – descritto dal suo proprietario come nato nel 1992 – non c'erano “nessuna registrazione o dati che potessero confermare o smentire questa affermazione”. Un funzionario del database governativo ha anche detto alla rivista di non essere mai stato contattato dalla GWR per verificare le informazioni. Il proprietario di Bobby, Lionel Costa, non ha risposto alle domande di Wired.

READ  Un video clip mostra degli adolescenti che usano i coni stradali per aggredire un anziano morto in seguito

Martedì, un portavoce della GWR ha confermato che era in corso una “revisione formale” della documentazione del cane più anziano e che l’organizzazione stava esaminando le prove e consultando esperti.

“Mentre la nostra revisione continua, abbiamo deciso di sospendere le richieste su entrambi i titoli record per Oldest Living Dog e per sempre fino a quando tutti i nostri risultati non saranno a posto e comunicati”, ha detto il portavoce. Ha aggiunto che sarebbe fuorviante suggerire che Bobby sia stato privato del suo titolo perché “fino ad oggi non è stata intrapresa alcuna azione in relazione a nessuno dei detentori del record”.

Un minuscolo contendente di nome Spike detenne per breve tempo il titolo di cane vivente più grande del mondo prima che il suo rivale portoghese irrompesse sulla scena da record.

Il Chihuahua è lungo 22,86 cm (9 pollici) e pesa 5,85 kg (12,9 libbre). È stato dichiarato il cane vivente più grande del mondo il 7 dicembre 2022 All'età di 23 anni e sette giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *