Il Primo Ministro italiano Meloni ha annunciato la sua candidatura alle elezioni dell'Unione Europea

ROMA – Il primo ministro italiano Giorgia Meloni ha annunciato domenica che si candiderà alle elezioni europee di giugno, anche se non otterrà un seggio se eletta, nel tentativo di aumentare il sostegno al partito italiano Fratelli d'Italia.

Il referendum del Parlamento Europeo del 6-9 giugno è un test chiave per la forza della sua coalizione di destra di 18 mesi.

“Vogliamo fare in Europa quello che abbiamo fatto in Italia… creare una maggioranza che unisca le forze di centrodestra e mandi la sinistra all'opposizione”, ha applaudito i lealisti del partito Meloni in una conferenza del partito nella città costiera di Pescara. Formulare le politiche dell’UE e avviare la campagna.

Meloni, che affonda le sue radici nel gruppo fascista di Benito Mussolini, ha chiesto all'Italia di lasciare la zona euro mentre era all'opposizione e le sue elezioni del 2022 hanno sollevato preoccupazioni in alcune capitali europee.

Tuttavia, durante il suo mandato ha perseguito una politica filoeuropea e ortodossa, in particolare su questioni di politica estera come l’Ucraina e il Medio Oriente.

Secondo recenti sondaggi, il suo partito è molto popolare in Italia con il 27% di consensi, con il Partito Democratico (PD) all’opposizione in testa a circa il 20% e il Movimento 5 Stelle di sinistra al 16%.

Meloni sarà il primo nome nel ballottaggio di Fratelli d'Italia in tutte e cinque le circoscrizioni elettorali italiane per le elezioni europee, ma ha promesso di non usare il suo tempo come primo ministro per “un minuto” di campagna elettorale.

La leader del PD Elly Schlein ha annunciato la scorsa settimana che si sarebbe candidata, così come Antonio Tajani, capo del partito centrista Forza Italia nella coalizione di governo.

READ  L'estrema destra italiana Meloni ha iniziato a fare una campagna pesante nei sondaggi

Tutti e tre i leader sperano di ottenere i voti di persone che non sono molto interessate alla politica ma sono attratte dai nomi dei leader dei partiti.

Se verranno eletti, Meloni, Schlein e Tajani cederanno il posto, lasciando il posto al ballottaggio. Reuters

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *