Guerra in Ucraina: la Russia ha perso “un terzo” della sua forza di terra e “significativamente in ritardo”, afferma il Regno Unito

S

Il Regno Unito ha affermato che l’offensiva statunitense “ha perso slancio”, perdendo fino a un terzo della sua forza di terra dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina.

Nel suo ultimo aggiornamento, il ministero della Difesa ha affermato che l’offensiva nel Donbass è ora rallentata ed è in ritardo.

Sebbene la stragrande maggioranza delle sue forze di terra sia andata perduta, il ministero della Difesa ha aggiunto che si sono verificate perdite significative nelle apparecchiature di sorveglianza e intelligence, che hanno contribuito a ostacolare il progresso in Ucraina.

“L’offensiva russa nel Donbass ha perso slancio ed è rimasta notevolmente in ritardo”, si legge nel suo ultimo aggiornamento.

La Russia ha subito probabilmente perdite di un terzo della sua potenza di combattimento di terra che ha commesso a febbraio.

Dopo che l’avanzata iniziale si è bloccata durante l’invasione dell’Ucraina, la Russia da allora ha rifocalizzato le sue forze nella regione orientale del paese, in aree come Mariupol e Donetsk.

Il Ministero della Difesa ha concluso: “Le forze russe sono sempre più vincolate dal declino delle capacità abilitanti, dal persistente basso morale e dalla ridotta efficacia del combattimento.

Molte di queste capacità non possono essere sostituite o riconfigurate rapidamente e probabilmente continueranno a ostacolare le operazioni russe in Ucraina.

“Nelle condizioni attuali, è improbabile che la Russia acceleri significativamente il suo tasso di progresso nei prossimi 30 giorni”.

Nel suo discorso serale alla nazione, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha elogiato coloro che difendono il Donbass.

Ha anche affermato che le forze russe si stanno ritirando da Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina.

READ  Zelensky afferma che l'Ucraina è pronta a discutere l'adozione di uno status neutrale nell'accordo di pace russo

Zelensky ha aggiunto che le forze ora hanno iniziato a riconquistare le aree e sono tornate in sei città durante lo scorso giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *