Due sorelle fondano un marchio di articoli per la casa incentrato sullo slow

Sophie Weil e sua sorella Kiki hanno poco più di 30 anni ma sono pronte a rallentare. Sophie, che ha costruito una carriera nelle comunicazioni, ha gestito la sua agenzia di pubbliche relazioni negli ultimi quattro anni e Kiki, che lavora nel settore sanitario come logopedista, fa un viaggio annuale per le sorelle. Al 30° posto di Sophie, scelgono la Costiera Amalfitana italiana. C’è quello pianoforte pianoforteLa loro nuova azienda di articoli per la casa è nata per caso. (pianoforte Significa “lento” in italiano, quindi, un nome appropriato per la loro nuova avventura.)

“Non avevo intenzione di avviare un’azienda, ma quando eravamo lì abbiamo seguito un corso di cucina e la signora che ci ha chiesto continuava a ripetere le parole pianoforte pianoforte– Quando metti il ​​vino nella salsa quando l’hai girata. “Era solo questo sforzo per essere presente nel momento”, dice Sophie.

Il promemoria di rallentare è arrivato in un momento in cui entrambe le sorelle si sentivano un po’ sopraffatte dalle loro vite impegnate e orientate al lavoro. “Le pubbliche relazioni sono un settore frenetico. Non c’è mai abbastanza lavoratore perché puoi sempre fare di più. Ho provato a creare un’agenzia con il mio socio in affari [Megan Maguire] Questo è più premuroso. Ma così spesso mi chiedo, dove stiamo andando o correndo? “

Mentre sua sorella minore Kiki lavora come logopedista, non nelle pubbliche relazioni, ha fatto eco a un sentimento simile di qualità rispetto alla quantità. “Anche nel settore sanitario, anche se amo lavorare con i miei pazienti, vedo che stiamo solo cercando di curare il maggior numero di pazienti possibile, e non stai davvero dando a tutti il ​​tempo che probabilmente meritano. Dopo il viaggio, ho capito , forse non posso fare le 12 ore al giorno, ma il tempo che dedico a ciascun paziente, ci investo di più.

Per le due sorelle, è stato un pulsante di pausa per com’era la vita. E la risposta che Sophie dice non è stata un’altra vacanza italiana. “Mi sono appena reso conto che non volevo passare la mia vita ad aspettare di viaggiare verso una destinazione come questa per rallentare, o ad aspettare il fine settimana per avere un momento ‘slow'”.

“Il messaggio va oltre il prodotto. Goditi ogni giorno. Prenditi del tempo per goderti il ​​tuo caffè e goditi qualche minuto di gioia durante un pasto”, aggiunge Keke.

Ispirati dalle ceramiche che hanno visto nei negozi in Italia, i due hanno deciso di avviare un’attività che celebrasse la maestria artigianale degli artigiani, che hanno lavorato lentamente per realizzare piatti, tazze e ciotole di tutti i giorni, tutti dipinti a mano, ma che incarnano anche l’idea di una vita ogni giorno più lenta e più bella.

“Amo la mia vita in America e volevo portare questa filosofia e la bellezza della Costiera Amalfitana nella mia comunità qui a New York”, afferma Sophie.

Dopo aver trascorso una giornata al mare in vacanza, le sorelle hanno invece iniziato a lavorare con i ceramisti e gli artigiani di Vitry sul Mare per portare alcuni oggetti selezionati in vendita negli Stati Uniti. Il 1° novembre hanno lanciato il loro marchio, che prende il nome dalla frase italiana insegnata loro dal loro allenatore italiano.

Seguendo un processo semplice e continuando a svolgere il loro lavoro quotidiano mentre costruivano l’azienda, le sorelle sono rimaste sorprese dalla risposta. “I nostri piatti hanno riscosso un enorme successo tra i clienti e siamo sorpresi perché sono un prodotto più costoso. Ma risuonano come un bellissimo centrotavola per la tavola”.

Sophie aggiunge che la collezione colorata ricorda ciò che hanno visto in Italia. “Nessuno dei nostri articoli sarà minimale o monocromatico. Ci sono davvero aziende che fanno bene. Invece, poniamo la nostra domanda: ‘Questo ti fa sentire vivo?'”

Trattandosi di un progetto autofinanziato, fanno tutto da soli, compresa la compilazione delle domande e il coinvolgimento della famiglia. “Voglio capire il percorso del consumatore. È utile anche per il mio lavoro di pubbliche relazioni, così posso consultare meglio i clienti. Ma non sono interessato a una mentalità di crescita a tutti i costi. Non ho pensato di uscire. Non è questo il intenzione di questo marchio. Se qualcuno mi invia una foto di mangiare cibo sui pianoforti, ne sono felice e convinta. Non lo stiamo facendo per competere con il consumismo americano “, afferma.

Sebbene il duo non sia il primo gruppo di americani ad essere ispirato dalla bellezza della Costiera Amalfitana e dal ritmo lento della vita, è un bel promemoria per fare una pausa e forse chiedere: “Questo ti fa sentire vivo?” In caso contrario, è il momento di concentrarsi.

E questo è il messaggio che Piano Piano spera di evocare attraverso il suo brand e la sua narrazione.

READ  Le 7 migliori cose da fare negli Aztechi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.