Alla fine, la NASA è riuscita a rimuovere il coperchio bloccato dal contenitore dei campioni dell'asteroide Bennu

Potresti pensare che prendere una pallina di terra da una roccia spaziale in orbita e poi riportarla sulla Terra sia la parte più complicata di una missione di raccolta di campioni di un asteroide, ma sembra che la vera sfida sia proprio aprire il contenitore del campione una volta tornato a casa. . Ci sono voluti però poco più di tre mesi Dice di aver finalmente rimosso due dispositivi di fissaggio bloccati che gli impedivano di accedere alla maggior parte del materiale raccolto sull'asteroide Bennu dalla sua navicella spaziale OSIRIS-REx. OSIRIS-REx ha lasciato cadere il campione il 24 settembre prima di dedicarsi allo studio di un altro asteroide, Apophis.

Sebbene la NASA sia stata inizialmente in grado di trovare ciò che è stato trovato all'esterno del meccanismo di acquisizione dei campioni touch screen (TAGSAM), il suo contenuto interno è rimasto bloccato a causa di problemi con due dei 35 dispositivi di fissaggio che mantengono chiuso il contenitore. TAGSAM viene collocato in uno speciale vano portaoggetti per prevenire la contaminazione del campione e solo alcuni strumenti sono approvati per l'uso con esso. Nessuno degli strumenti esistenti è riuscito a rimuovere gli elementi di fissaggio ostinati dalla testa del TAGSAM, quindi il team ha dovuto svilupparne di nuovi.

“Oltre alla sfida progettuale di limitare i materiali basati sulla lavorazione per proteggere il valore scientifico del campione di asteroide, questi nuovi strumenti devono anche funzionare all’interno dello spazio ristretto di un vano portaoggetti, che ne limita l’altezza, il peso e le capacità”. “Movimento del Sagittario”, ha affermato la dott.ssa Nicole Luning, curatrice di OSIRIS-REx. Ora che la testa del TAGSAM è stata liberata, la squadra può procedere con lo smontaggio del contenitore: presto saremo in grado di vedere cosa c'è dentro. La valutazione iniziale della NASA di polvere e rocce provenienti dall'esterno di TAGSAM ha trovato prove di carbonio e acqua.

READ  Dieta per l'artrite: i sintomi dolorosi possono essere ridotti usando l'aceto di mele come bevanda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *