Yuki Tsunoda rimarrà con Alpha Toori per la stagione 2023

Il giapponese Yuki Tsunoda rimarrà nel team Alpha Tauri della Red Bull per la terza stagione nel 2023.

Il 22enne ha fatto abbastanza bene rispetto al compagno di squadra Pierre Gasly in questa stagione per mantenere il suo posto.

“Yuki è un pilota di grande talento ed è migliorato molto in questa stagione”, ha detto il team principal Franz Tost.

“La velocità che ha mostrato di recente è una chiara prova di una curva di apprendimento ripida, che sta dimostrando che merita un posto in F1”.

“Ci vogliono almeno tre anni prima che un pilota sia in grado di gestire completamente la Formula 1, quindi sono contento che abbia dato il tempo di mostrare il suo pieno potenziale”, ha detto Tost, il cui team è presente principalmente come parte del programma di sviluppo dei piloti della Red Bull per sviluppare nuovi talenti.

Helmut Marko, advisor di Red Bull Motorsports, prende le decisioni sulla formazione dei piloti Alfa Torri.

Tsunoda si è detto grato per la fiducia della Red Bull, aggiungendo: “Avendo trasferito in Italia l’anno scorso, per essere più vicino alla fabbrica (Alfa Torre), mi sento davvero parte della squadra e sono felice di continuare a correre con loro nel 2023. “

In teoria, Tsunoda collaborerà di nuovo nel 2023 con il francese Gasly, che Alpha Tauri ha già annunciato essere sotto contratto per la prossima stagione.

Tuttavia, si dice che Gasly sia l’obiettivo numero uno di Albin dopo che la squadra francese ha perso sia Fernando Alonso che il loro pilota di riserva Oscar Piastre il mese scorso.

READ  I circuiti del Gran Premio dovrebbero cambiare le loro regole per consentire i razzi negli eventi di Formula 1? Amanti delle corse

Alonso ha preferito trasferirsi all’Aston Martin quando l’Alpine non ha offerto i termini che voleva – in particolare un contratto di due anni – e Piastre ha perso la pazienza con quelle che vedeva come stranezze alpine e ha firmato con la McLaren.

Si ritiene che Marko sia disposto a lasciare che Gasly vada sulle Alpi se riesce a trovare un sostituto accettabile, e si dice che il candidato principale sia l’olandese Nick de Vries, che detiene titoli sia in Formula 2 che in Formula E sul suo curriculum.

Marko voleva ingaggiare il pilota IndyCar Colton Herta, ma il 22enne americano non ha abbastanza punti nel sistema di qualificazione delle licenze di F1 per permettergli di correre in F1.

La FIA ha fatto sapere di non essere disposta a fare un’eccezione nel caso Herta anche se ha vinto sette volte in IndyCar ed è considerato uno dei talenti più hot degli Stati Uniti. Numerosi team manager di F1 hanno approvato questa posizione.

De Vries, pilota di riserva Mercedes che ha debuttato in Williams al Gran Premio d’Italia dopo che Alex Albon ha sviluppato un’appendicite, è oggetto di interesse anche dalle Alpi.

L’olandese è uno dei tanti piloti che questa settimana sono stati valutati all’Alpine 2021 all’Hungaroring. Il test è privato e il team non ha rilasciato alcuna informazione in merito, ma si ritiene che partecipi anche la loro guardia e pilota di Formula 2 Jack Doohan – figlio della leggenda della MotoGP Mick Doohan.

A proposito di BBC - VociInformazioni sul footer della BBC - Voci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.