Vertice del G7: quali sono le economie mondiali più importanti discusse dal primo ministro Narendra Modi? Punti chiave | notizie dal mondo

Venerdì il primo ministro Narendra Modi ha partecipato al vertice del G7 in Italia, dove ha incontrato diversi leader mondiali e ha discusso di una serie di questioni, tra cui il cambiamento climatico e l’intelligenza artificiale. Ecco i principali spunti dell'evento.

Cosa ha detto il Primo Ministro Modi al vertice del G7?

Il vertice del G7 si è tenuto presso il resort di lusso di Borgo Egnazia, nella regione italiana della Puglia. (Narendra Modi/X)

Il Primo Ministro Modi ha incontrato venerdì il Primo Ministro italiano Giorgia Meloni al vertice di sensibilizzazione del G7. Si salutarono con namaste.

Ottieni subito il tuo gioco preferito su Crickit. sempre e ovunque. Scopri come

Concludendo la sua visita, Modi ha dichiarato in un post su X: “È stata una giornata molto produttiva al vertice del G7 in Puglia, ho interagito con i leader mondiali e ho discusso di vari argomenti. Insieme miriamo a trovare soluzioni di impatto a beneficio della comunità globale creare un mondo migliore per le generazioni future”. “Ringrazio il popolo e il governo italiano per la loro ospitalità”.

Ottieni subito il tuo gioco preferito su Crickit. sempre e ovunque. Scopri come

“Ricordo con affetto la mia visita in Italia per partecipare al vertice del G20 del 2021. Le due visite del Primo Ministro Meloni in India lo scorso anno sono state determinanti per infondere slancio e profondità alla nostra agenda bilaterale. Rimaniamo impegnati a rafforzare il partenariato strategico India-Italia rafforzare la cooperazione”, ha affermato nella sua dichiarazione: “Nelle regioni dell’Indo-Pacifico e del Mediterraneo”.

Nel suo discorso di apertura, Meloni ha affermato che il Sud Italia è stato scelto come luogo per trasmettere un messaggio potente al Sud del mondo. “Non è un caso che ospitiamo il vertice in Puglia. Lo abbiamo fatto perché la Puglia è una regione del Sud Italia e il messaggio che vogliamo lanciare è che il G7, sotto presidenza italiana, vuole rafforzare il dialogo con i Paesi del Sud del mondo.”

Nel corso della giornata, Modi, al suo primo viaggio all'estero nel suo terzo mandato, ha incontrato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il primo ministro canadese Justin Trudeau, il presidente francese Macron, il primo ministro britannico Sunak, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, il primo ministro italiano Giorgia Meloni e Papa Francesco. Il primo ministro giapponese Fumio Kishida, il primo ministro tedesco Olaf Scholz, il giordano Abdullah II bin Al Hussein, il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, il presidente degli Emirati Arabi Uniti Mohammed bin Zayed Al Nahyan e il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

READ  L'economia parallela: come la Russia sfida il boicottaggio dell'Occidente La guerra tra Russia e Ucraina

Sessione di sensibilizzazione sul G7

L'India è uno dei 12 Paesi e delle cinque organizzazioni internazionali invitati dall'Italia a partecipare alla sessione di sensibilizzazione del vertice del G7. Concentrandosi sull'intelligenza artificiale e sull'energia, Modi ha sottolineato i quattro principi chiave dell'energia in India: disponibilità, accessibilità, convenienza e accettabilità.

Durante la sessione tenutasi venerdì, Modi ha affermato che la comunità globale deve lavorare per rendere la tecnologia avanzata ampiamente disponibile. Ciò contribuirà a creare una società inclusiva e a ridurre la disuguaglianza sociale.

Modi ha anche affermato che l’India coopererà con tutti i paesi per garantire che l’intelligenza artificiale sia trasparente, equa, sicura, accessibile e responsabile.

“L'India ha considerato sua responsabilità collocare le priorità e le preoccupazioni dei paesi del Sud del mondo sulla scena globale. Abbiamo dato la massima priorità all'Africa in questi sforzi. Siamo orgogliosi che il G20, sotto la presidenza indiana, abbia fatto passi significativi sforzi per raggiungere i propri obiettivi.” Il Primo Ministro ha affermato che l’India, membro permanente dell’Unione africana, contribuisce allo sviluppo economico e sociale, alla stabilità e alla sicurezza di tutti i paesi africani e continuerà a farlo.

Il Primo Ministro Modi parla di intelligenza artificiale e cambiamento climatico

Modi ha affermato che l’India coopererà con tutti i paesi per rendere l’intelligenza artificiale trasparente, equa, sicura, accessibile e responsabile. In qualità di membro fondatore e presidente principale della Global Partnership on Artificial Intelligence, l’India sta lavorando per rafforzare la cooperazione globale nel campo dell’intelligenza artificiale. Ha sottolineato l'approccio incentrato sull'uomo dell'India, sottolineando che è stato uno dei primi paesi a creare una strategia nazionale sull'intelligenza artificiale, portando al lancio della “Missione AI” con lo slogan “AI per tutti”.

“Parlando della missione dell'India sull'intelligenza artificiale, che si basa sul principio 'AI for All', il Primo Ministro ha sottolineato che questa tecnologia dovrebbe mirare a promuovere il progresso e il benessere per tutti. Ha sottolineato che con questo obiettivo più ampio in mente, l'India è lavora per migliorare la cooperazione internazionale ed è membro fondatore della Global Partnership for Artificial Intelligence.

“Anche in futuro continueremo a lavorare con tutti i Paesi per rendere l’IA trasparente, equa, sicura, accessibile e responsabile”, ha aggiunto.

Inoltre, Modi ha affermato che l'India è il primo paese ad adempiere tempestivamente a tutti i suoi impegni COP e sta lavorando duramente per raggiungere lo “zero netto” entro il 2070. L'India ha anche avviato la “Mission LiFE” (Lifestyle for Environment) e ha lanciato “Ek “Ped Maa” Ke Naam” (Un albero nel nome della mamma) del 5 giugno, Giornata dell'Ambiente.

READ  Italia: sembra che l’uscita dalla recessione sarà lenta condizione

Ha aggiunto: “Stiamo facendo ogni sforzo per mantenere il nostro impegno di raggiungere l'obiettivo di zero emissioni entro il 2070. Dobbiamo compiere sforzi insieme per rendere il prossimo periodo un'era verde”.

La visita del Papa

Venerdì Papa Francesco ha fatto un’apparizione storica al vertice del G7 per parlare dei vantaggi e degli svantaggi dell’intelligenza artificiale. È stato accolto calorosamente da leader come il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il presidente argentino Javier Miley. Il Papa ha osservato che, sebbene l’intelligenza artificiale possa essere entusiasmante e ampliare l’accesso alla conoscenza, essa comporta anche sentimenti contrastanti.

“Ma allo stesso tempo, potrebbe portare con sé una maggiore ingiustizia tra paesi sviluppati e in via di sviluppo o tra classi sociali dominanti e oppresse”, ha aggiunto.

G7 sulla Cina

I leader del G7 hanno promesso di affrontare quelle che hanno descritto come pratiche commerciali dannose da parte della Cina.

I membri del G7 – Stati Uniti, Italia, Gran Bretagna, Francia, Germania, Giappone e Canada – si sono concentrati sull’influenza economica della Cina e su quelli che considerano mercati ingiusti in settori come le auto elettriche, l’acciaio e le energie rinnovabili.

La dichiarazione del vertice, rilasciata venerdì sera, ha sottolineato che il G7 non sta cercando di danneggiare la Cina o di arrestare la sua crescita economica, ma “continuerà ad agire per proteggere le nostre imprese da pratiche sleali, per livellare il campo di gioco e affrontare i danni in corso”.

Il G7 ha anche messo in guardia dall’intraprendere azioni contro le istituzioni finanziarie cinesi che hanno aiutato la Russia ad ottenere le armi necessarie per la sua guerra contro l’Ucraina.

Soppressione dell'immigrazione

I leader hanno parlato anche di immigrazione, un tema importante per la Meloni, che vuole che l'Europa aiuti a frenare l'immigrazione clandestina dall'Africa. È stato avviato un importante piano per promuovere lo sviluppo in Africa per affrontare le ragioni per cui le persone se ne vanno. I leader del G7 hanno concordato di formare un’alleanza per combattere il traffico di esseri umani, con una maggiore cooperazione nelle indagini sulle reti di trafficanti e nella confisca dei loro beni.

READ  Recensione film Futura - I giovani italiani non vedono l'ora, ma cosa?

Il primo ministro britannico Rishi Sunak ha osservato che questa è la prima volta che il vertice del G7 ha discusso dell'immigrazione e lo ha descritto come un segno di progresso.

“L'immigrazione illegale è ora un'emergenza globale. Siamo tutti d'accordo sul fatto che le nazioni sovrane controllano i loro confini, non le bande criminali. Ovviamente queste cose non accadono dall'oggi al domani. (Ma) la conversazione… è stata molto produttiva, quindi sono fiducioso che lo farà fare la differenza”, ha detto Sunak.

G7 su Ucraina e Russia

Durante il primo giorno dei loro incontri nel Sud Italia, i paesi del G7 hanno raggiunto un accordo preliminare per fornire prestiti per un valore di 50 miliardi di dollari all’Ucraina garantiti dagli interessi maturati sui beni russi congelati. Hanno elogiato l’accordo come una forte indicazione della determinazione occidentale.

Nella loro dichiarazione al vertice, i leader del G7 hanno espresso l'intenzione di imporre ulteriori sanzioni alla Russia per l'invasione dell'Ucraina. Si sono inoltre impegnati a imporre sanzioni alle organizzazioni che hanno aiutato la Russia a eludere le restrizioni sul commercio di petrolio con mezzi fraudolenti.

L’aborto è stato escluso dalla dichiarazione del G7

La dichiarazione del vertice del G7 di venerdì non includeva la parola “aborto”, indicando una spaccatura tra i leader. Il primo ministro italiano di estrema destra Giorgia Meloni, che ha ospitato il vertice, e i suoi alleati erano in disaccordo sulla questione.

L’anno scorso, i leader del G7 si sono impegnati ad affrontare “l’accesso all’aborto sicuro e legale” durante il vertice in Giappone. Tuttavia, questo impegno è stato cancellato dalla dichiarazione finale di quest'anno in Puglia, a causa della posizione del Primo Ministro Meloni.

Gli Stati Uniti e la Francia si sono opposti ai tentativi della Meloni di indebolire il linguaggio sui diritti delle donne, data la sua opposizione all'aborto.

“Ribadiamo i nostri impegni contenuti nella Dichiarazione dei leader di Hiroshima sull’accesso universale a servizi sanitari adeguati, convenienti e di alta qualità per le donne, compresi la salute e i diritti sessuali e riproduttivi”, si legge nella dichiarazione.

Ricevi aggiornamenti attuali su notizie dal mondo, notizie dagli Stati Uniti, notizie da Hollywood, anime e titoli principali da tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *