VAR rimane controverso 4 anni dopo il suo debutto in Coppa del Mondo

Tuttavia, la vista dell’arbitro che fa riferimento a una revisione dell’incidente su uno schermo laterale è accolta con festa nell’attesa che la decisione venga sicuramente ribaltata o corretta.

Piaccia o no, la tecnologia VAR è diventata una parte intrinseca del gioco da quando è stata introdotta per la prima volta nel calcio internazionale in una partita tra Italia e Francia sei anni fa.

“Era il 1 settembre 2016 e nei sei anni successivi il VAR non ha fatto la ‘fine del calcio’, come alcuni riferirono all’epoca, ma ora è diventato una tale parte del tessuto del nostro sport che è difficile immaginare il calcio senza di essa”, ha detto l’ex arbitro FIFA Pierluigi Collina.

“La tecnologia VAR è stata uno dei più grandi cambiamenti nella storia del calcio, quindi è comprensibile che ci voglia molto tempo per capirla e apprezzarla. Incoraggiare giocatori, allenatori, tifosi e media a comprendere meglio la tecnologia e i suoi usi è stato un obiettivo cruciale per noi negli ultimi anni”.

Colina accetta che il processo decisionale possa essere molto lungo. L’ultima tecnologia è progettata per migliorare questo. La tecnologia stealth semiautomatica sarà implementata in Qatar, che includerà un sistema di tracciamento per il posizionamento preciso dei giocatori. La grafica all’interno dello stadio spiegherà meglio il processo decisionale dei tifosi.

Ma ciò non rimuoverà la natura soggettiva della presa del potere e con essa il potenziale per ulteriori controversie.

READ  Glasgow ed Edimburgo - Confermato il programma del calcio d'inizio della Coppa del 1872, Franco Smith ha consegnato l'apertura della stagione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.