Una ricetta per il successo | Università di Wittenberg

In qualità di insegnante e preside di scuola superiore per 18 anni, Mike DiMasimo, classe 1999 dell’Università di Wittenberg, prepara lasagne fatte in casa per la sua famiglia per i suoi studenti e il personale durante le vacanze.

“Sono nato e cresciuto a Cleveland e vengo da una grande famiglia italoamericana”, dice DiMasimo. Sua madre gestiva un ristorante italiano a Shaker Heights, Ohio, e anche sua sorella lavorava nell’azienda. “Il cibo è la nostra lingua amata”.

La tradizione annuale di De Massimo di celebrare i suoi studenti e colleghi insegnanti con un piatto italiano fatto in casa è diventata un’attività di successo, Salse d’importazione originali di De Massimocon sede a Columbus, Ohio.

“Quello che è iniziato come un tributo alla mia famiglia e, in particolare, alle mie nonne, sta lentamente diventando una piccola impresa”, dice.

Dopo la morte dell’ultima nonna sopravvissuta, Di Massimo “voleva fare qualcosa per onorarla e [the] La famiglia che lo ha preceduto. Preparare il sugo per la pasta secondo le tradizionali ricette di famiglia tramandate di generazione in generazione sembrava una cosa naturale.

In qualità di preside di una scuola superiore, ha collaborato con tirocini per adulti per aiutare ad assumere studenti con disabilità una volta che hanno lasciato la scuola superiore. Quando è arrivato il momento di produrre più salsa, ha utilizzato una cucina commerciale locale che lavorava con adulti con disabilità dello sviluppo e ha iniziato a vendere la salsa nei mercati degli agricoltori locali.

“L’anno successivo, ho chiesto agli studenti delle nostre classi di Business e Imprenditorialità se volevano gestire i propri mercati agricoli”, dice DiMasimo. “Inutile dire che è stata creata una piccola impresa”.

READ  All'interno della nuova caffetteria porta il vero gusto italiano al Museo di Sunderland e ai Giardini d'Inverno

Da allora l’attività è cresciuta e si è ampliata, con le salse De Massimo originali ora prodotte in una struttura più grande e vendute a Meijer, Kroger, Giant Eagle, Fresh Thyme, Food City, Heinen’s e molti negozi di alimentari indipendenti in Ohio, Midwest e il Sud. Sette anni fa, De Massimo ha lasciato il suo lavoro di insegnante e ora si dedica alla costruzione di un’azienda di famiglia. Attribuisce a sua moglie, Bethany Schlatter 2004, il merito di aver fornito il supporto necessario per fare il salto nell’imprenditorialità a tempo pieno.

Con la crescita dell’attività, il villaggio di San Giovanni in Galdo, Molise, in Italia, città natale di sua nonna, ha notato la sua forma sulla confezione dell’azienda e ha invitato de Massimos a visitare.

“Siamo stati accolti a braccia aperte, data la chiave del paese a una festa, mi hanno dato lo status di cittadino onorario, hanno tenuto una cerimonia in nostro onore e praticamente hanno rotolato sul tappeto rosso”, dice Di Massimo. “Abbiamo visto dove sono nati e cresciuti i miei nonni, vivendo con la nostra famiglia nelle nostre radici ancestrali”.

Hanno continuato a visitare il paese, hanno portato con sé altri familiari e ora importano l’olio d’oliva prodotto nel Molise.

Allo stesso tempo, anche la famiglia De Massimo in Abruzzo, Italia, patria del lato patriarcale della famiglia, li ha invitati a visitare.

“Durante una delle nostre visite ci è stato presentato il nostro albero genealogico che potrebbe essere fatto risalire al 1683”, ha detto Di Massimo. “Le salse che vendiamo ai consumatori sono basate sulle salse che la mia famiglia ha creato per secoli. Usiamo la parola ‘autentico’ nella nostra identità di marca. Prendiamo questa parola molto seriamente perché non solo le nostre salse sono autenticamente influenzate dalle nostre radici, dalle nostre La storia della creatività è autentica e può essere collegata al nostro passato. Ne siamo orgogliosi”.

READ  NCS America, Inc. Informazioni sul cambio di nome per Allyve Medical, Inc.

Oltre a sostenere i piccoli produttori molisani, De Massimo si impegna a sostenere anche la comunità locale di Columbus, donando prodotti a Hilliard Food Pantry e tempo a St. Aloysius Community Outreach per sfamare gli affamati.

Di Massimo si rende conto che il suo percorso verso un’impresa è un po’ insolito. Laureato in inglese con un minore in istruzione secondaria, non ha frequentato un solo corso di business a Wittenberg.

“Posso dire senza dubbio che l’istruzione che ho ricevuto è stata di prima classe in molti modi”, spiega. “Ho avuto modo di sperimentare alcuni dei professori più intelligenti, centrati sullo studente e stimolanti. Alcuni di loro sono diventati persino cari amici e insegnanti. Anche la comunità di Wittenberg è positiva e sostiene l’infezione”.

Un membro di quattro anni di Squadra di baseball della tigreHa lavorato come assistente allenatore per la squadra dal 2000 al 2003 prima di iniziare la sua carriera di insegnante. Crede che “far parte di una squadra con individui che hanno lavorato duramente per un obiettivo comune, ampliato le proprie capacità e si sono sfidati a vicenda” ha contribuito alla sua fiducia passando da preside di scuola a imprenditore.

“Il mio percorso professionale non è stato il più tradizionale, ma quello che ho imparato e acquisito a Wittenberg ha sicuramente avuto un impatto”, ha detto DiMasimo. “Gli studenti non dovrebbero aver paura di inseguire e catturare i loro sogni.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.