Una moglie russa rischia la vita fuggendo con i figli in Ucraina per vedere il fidanzato prigioniero di guerra e denunciare le “bugie” di Putin

  • Il prigioniero russo Yevgeny Kovtkov, 34 anni, ha ricevuto la visita della sua compagna Irina Krenina, 37 anni.
  • Kovtkov sembrava sorpreso che la sua ragazza fosse andata a trovarlo in Ucraina



Una donna russa ha rischiato la vita recandosi in Ucraina per incontrare il suo fidanzato prigioniero di guerra.

Ma il doloroso incontro a Kiev mette in luce le cicatrici emotive lasciate dalla guerra di Vladimir Putin.

Il prigioniero russo Yevgeny Kovtkov, 34 anni, è sconcertato e sconvolto dal fatto che Irina Krenina, 37 anni, sia andata a trovarlo con le sue due figlie – mentre scopre che se tornasse rischierà il carcere o la morte per mano degli scagnozzi di Putin.

È scioccata dalla sua perdita di peso e dalla sua insistenza nel voler tornare in Russia, anche se gli racconta come lui e i suoi compagni siano stati usati come carne da cannone dal Cremlino.

I due non stanno insieme da quando lui è stato arruolato un anno fa e inviato prima nella città nucleare occupata di Energodar prima di essere costretto in prima linea vicino a Bakhmut.

La donna russa Irina Krenina, 37 anni, si è recata nella capitale ucraina Kiev per incontrare il suo fidanzato prigioniero di guerra Evgeny Kovtkov, 34 anni.
Yevgeny Kovtkov, 34 anni, ha trascorso dieci mesi combattendo per Putin prima di essere arrestato.
A Evgeny è stato chiesto come si fosse sentito dopo che il suo partner aveva attraversato le linee nemiche per trovarlo. Lui ha risposto: “Sono rimasto scioccato”.
Evgeny è già stato fotografato con una delle figlie della coppia

Per saperne di più: Il momento in cui le forze russe hanno abbattuto un aereo da caccia SU-35 da 80 milioni di sterline

È stato arrestato il 7 luglio e Irina ha accusato il regime di Putin di “bugie” riguardo allo scambio di prigionieri di guerra – quindi, senza dirlo a nessuno, ha negoziato con gli ucraini per andare lei stessa a vederlo.

Ma le sue prime parole quando si incontrarono furono un sussurro: “Perché cazzo?”

Ha ammesso che lui “non era felice” dopo il suo viaggio di oltre 3.000 miglia, superando il servizio di sicurezza federale russo, per raggiungere l’Ucraina.

READ  Ultime notizie di Boris Johnson: i ribelli Tory pronti ad agire alla velocità della luce per cacciare PM

“Era quello di cui avevo paura”, ha ammesso Irina, riguardo alla sua reazione.

Ad abbracciarla e a tenere le sessioni davanti alla telecamera c’è l’eminente giornalista ucraino Volodymyr Zolkin.

Nonostante i piani ucraini richiedano che mogli, partner e madri vengano a salvare gli uomini russi, Irina è la prima a farlo.

Le chiese: perché sei venuta qui? [to Ukraine]?”

Lei rispose: Questo è ciò di cui parleremo ora.

“Sei in prigionia da tre mesi e non sai cosa sta succedendo in Russia.”

“La Russia non tollera coloro che sono morti con te a Klyshchevka”, ha spiegato. [where he was captured] Oppure sono ancora lì a marcire.

“Non si preoccupano di te in cattività.”

Sembrava davvero scioccato e ha chiesto: “Perché?”

Ho chiesto: “Va bene, abbracciami…?”

Nonostante i complotti ucraini richiedano che mogli, partner e madri vengano a salvare gli uomini russi, Irina è la prima a farlo.
Soldato russo mobilitato Yevgeny Kovtkov (cerchiato), catturato dalle forze armate ucraine nel luglio 2023
Evgeny (cerchiato) insiste di voler tornare in Russia, anche dopo che il suo partner gli ha detto che lui e i suoi compagni sono stati usati come carne da cannone dal Cremlino

Per saperne di più: Miss Bielorussia “ispira” le ragazze a combattere per Putin

Al prigioniero di guerra è stato chiesto – dopo dieci mesi di lotta per Putin prima di essere catturato – come pensava che il suo compagno avesse attraversato le linee nemiche per trovarlo.

Lui ha risposto: “Sono rimasto scioccato”.

“Riesci a immaginarlo?”

“No, non potrei.”

Quali sono i tuoi pensieri adesso?

“Nessun pensiero… sono scioccato da ciò che è successo.”

“Come valuti le sue azioni?”

‘completamento.’

Irina gli dice che per lei non c’è via d’uscita finché Putin sarà al Cremlino.

Vuole che lui la aiuti a produrre video che raccontino la verità sulla guerra, ma non è chiaro se lui sia d’accordo.

“Giusto perché tu lo sappia, sono venuta qui e ho capito che non avevo più la possibilità di tornare in Russia”, ha detto.

“Cioè, o vengo imprigionato, che è il caso migliore, e il peggiore è quello che mi è successo.” [Wagner army boss Yevgeny] Prigozin [dying in a plane crash].’

READ  Risultati delle elezioni del 2021: Murphy si blocca nel New Jersey mentre inizia il gioco di biasimo dei democratici sulla Virginia

Ha detto di essere a conoscenza della sorte di Progozhin, poiché molti credono che il capo mercenario sia stato assassinato per ordine del suo ex protettore Putin.

“Così ho preso due bambini, una valigia per tre persone e sono venuta qui”, ha detto Irina.

“Per salvarti e fermare la guerra.”

Ha ammesso che lui “non era felice” dopo il suo viaggio di oltre 3.000 miglia, superando il servizio di sicurezza federale russo, per raggiungere l’Ucraina.

Il prigioniero di guerra ha insistito nel dire che voleva tornare in Russia, ma ha ammesso: “Anche adesso non capisco niente”.

Hanno anche contattato i parenti in Russia e hanno confermato che non era stato torturato in Ucraina, un’affermazione talvolta riportata dai media di Putin.

Irina ha ammesso in un’intervista separata che anche se fosse tornato in Russia, in uno scambio di prigionieri di guerra, non avrebbe potuto incontrarlo dopo la sua fuga.

“Tornerò quando Putin se ne andrà”, ha detto.

In Russia è finita sotto il radar del Servizio di sicurezza federale di Putin, dopo aver inviato messaggi contro la guerra sui social media.

Ha raccontato di come Evgeny fosse stato “gettato nell’artiglieria con solo armi automatiche” – una lamentela frequente della “carne da cannone” di Putin.

“Stiamo vivendo una bugia”, ha detto.

“Mi sono reso conto che il nostro Stato, francamente, non si preoccupa dei prigionieri, e i morti che giacciono lì per due mesi alla volta semplicemente non vengono raccolti.”

Non è chiaro cosa accadrà ora alla coppia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *