Una guida a cosa sta succedendo con i Golden Globes 2022

Il gruppo scandalizzato è stato anche esaminato dopo che i rapporti hanno rivelato che più di un terzo dei membri dell’HFPA è stato portato in un viaggio di lusso per la stampa sul set francese della serie Netflix “Emilie in Paris” nel 2019, dopo di che il pubblico è stato pesantemente criticato. La commedia ha ottenuto due nomination ai Golden Globe.

Durante la festa dei Golden Globes 2021 andata in onda lo scorso febbraio, i leader del gruppo si sono impegnati a diversificare i loro membri, un’iniziativa misteriosa e confusa che è caduta in disuso a Hollywood. Poi, dopo che la NBC ha annunciato a maggio che non avrebbe trasmesso il concerto del 2022, HFPA ha rilasciato una dichiarazione Ha affermato che si stava riformando “con grande urgenza” e ha fornito un calendario per i cambiamenti. Nei mesi successivi, l’HFPA ha nominato il suo primo chief diversity officer, ha adottato nuove regole che vietano ai membri di accettare regali dagli studi e ha aggiunto i suoi primi membri del consiglio esterno. In ottobre, esso Aggiungi 21 nuovi giornalisti Tra i suoi ranghi, il 29% di loro ha affermato di essersi identificato come nero.

Celebrità come Scarlett Johansson e Mark Ruffalo HFPA… fatto saltare in aria. Per quanto riguarda le modifiche proposte, sostenendo che non erano all’altezza e che la sequenza temporale che ritenevano fosse troppo lunga. Tom Cruise Ha ottenuto indietro tre Golden Globe in una dimostrazione. Più di 100 società di pubbliche relazioni minacciato di boicottaggio HFPA, Netflix, Amazon, WarnerMedia e Neon hanno interrotto i rapporti con l’organizzazione. La NBC non trasmette ancora i premi, ma ha lasciato la porta aperta al loro ritorno nel 2023 se l’Hollywood Foreign Journalists Association riuscirà a dimostrare una “riforma significativa”.

READ  Dwayne Johnson Launches Young Rock Trailer on Instagram: Every Hero Has Their Origin Story

Sul fronte cinematografico, Belfast e The Power of the Dog hanno dominato sette nomination ciascuno e la regista Jane Campion ha preferito vincere il suo primo Golden Globe. “King Richard”, “Don’t Look Up”, “Licorice Pizza” e “West Side Story” sono stati seguiti da quattro ciascuno. Sul versante televisivo, “Successione” ha cinque nomination, seguite da quattro per il film “Ted Lasso”. C’è una sfilza di candidati per gli esordienti, tra cui Ariana DeBose (“West Side Story”) e Kristen Stewart (“Spencer”) nel film, Jeremy Strong (“Successione”), Jane Smart (“Hacks”) e Jennifer Coolidge (“The White Lotus”), Elizabeth Olsen e Paul Bettany (“WandaVision”) in TV.

Il campo è più vario rispetto agli anni passati, quando gli artisti di colore venivano spesso trascurati: il miglior attore nella categoria Drammatico include tre contendenti neri, Will Smith (“King Richard”), Denzel Washington (“The Tragedy of Macbeth”) e Mahershala Ali (“Il canto del cigno”).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.