Un ‘vero miracolo’: un cane salva un escursionista ferito bloccato nelle montagne croate | Croazia

Un cane ha salvato un escursionista ferito nelle montagne croate sdraiandosi su di esso per 13 ore fino a quando non è stato salvato, secondo quanto riportato dai media locali.

Il cane, di nome North, ha tenuto al caldo Grga Brkic dopo essere caduto durante un’escursione e non era in grado di muoversi. Gli altri due escursionisti da lui accompagnati non sono riusciti a raggiungerli, quindi hanno lanciato l’allarme.

I primi soccorritori hanno accreditato Alaskan Malamute di otto mesi per aver contribuito a mantenere Berkic al sicuro.

L’incidente è avvenuto quando il gruppo è andato a fare una passeggiata di fine settimana nella catena montuosa del Velebit lungo la costa adriatica del paese.

“L’amicizia e l’amore tra un uomo e un cane non hanno limiti” CroaziaServizio di soccorso alpino ha detto in a Condividi su Facebook, che includeva una foto del cane sdraiato sopra Berkic su una barella.

Il sito ha aggiunto che il cane “girava in giro e lo riscaldava” durante la missione di salvataggio in alta quota.

Circa 30 soccorritori alla fine hanno raggiunto il parco colpito dove sono rimasti bloccati, a circa 1.800 metri sul livello del mare.

“I minuti e i secondi prima del loro arrivo sono stati molto lenti”, ha detto Bricic ai media croati.

“Questo cagnolino è un vero miracolo”, ha detto il suo proprietario al quotidiano Jutarnji List. Ha aggiunto che il cane stesso non è uscito peggio dell’esperienza.

Tuttavia, il servizio di soccorso alpino croato ha messo in guardia dal portare i cani a fare lunghe passeggiate in condizioni difficili, specialmente durante il rigido clima invernale quando è necessaria un’attrezzatura da arrampicata specializzata.

READ  Israeliani e palestinesi si preparano ai disordini per la marcia ultranazionalista | Israele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.