Un uomo di 40 anni è morto dopo aver avuto difficoltà a nuotare al largo di Claire

Un uomo sulla quarantina è morto dopo essere stato portato in ospedale dopo aver avuto difficoltà a nuotare al largo delle coste di Clare.

Arday è stato chiamato dalla Guardia Costiera quando l’uomo ha avuto difficoltà mentre nuotava a Fanroe Beach, Co. Clare, verso le 21:30 di ieri.

Gardy e i servizi di emergenza sono intervenuti sul posto e l’uomo è stato portato fuori dall’acqua.

L’uomo è stato portato al Galway University Hospital, dove è stato dichiarato morto.

Questo è il secondo incidente di annegamento questa settimana, con più persone che prendono l’acqua a causa dell’aumento delle temperature.

Un adolescente è morto martedì dopo aver incontrato difficoltà mentre nuotava a Borough Beach a Sutton, a nord di Dublino.

Parlando della morte dei ragazzi adolescenti, il membro del Consiglio laburista Brian McDonagh ha detto: “Dobbiamo solo stare molto attenti. È assolutamente orribile. Abbiamo spiagge bellissime e amiamo vedere le persone che si divertono, il che è molto frustrante per la famiglia”.

“Tutti lo sentono un po’. Sto nuotando dall’altra parte, alla fine di Portmarnock Beach ed è stata una fantastica giornata estiva; il più caldo possibile ed è devastante per qualcuno uscire facendo qualcosa di molto normale e poi mettersi nei guai.”

“Ci ricorda quanta attenzione abbiamo l’uno per l’altro”.

Il messaggio del signor McDonagh di cercarsi mentre si è in acqua ora risuona in tutto il paese mentre un’altra famiglia ha perso qualcuno a causa dell’annegamento.

READ  La fine dell'illusione italiana di Mario Draghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.