Un “secondo Afghanistan”: dubbi sul proseguimento della guerra da parte della Russia | notizie di guerra tra Russia e Ucraina

La Russia sembrava coinvolta in un nuovo stallo militare nell’Ucraina orientale durante la decima settimana di guerra, poiché le sue forze hanno fatto progressi graduali ma non sono riusciti a compiere progressi significativi.

Allo stesso tempo, la Russia ha cercato di prepararsi all’annessione economica e amministrativa delle aree che deteneva, gli Stati Uniti si sono preparati ad accettare ingenti importi di nuovi finanziamenti militari per l’Ucraina e l’Unione europea si è preparata ad embargo sul petrolio russo.

Da quando la seconda fase della guerra è stata lanciata il 18 aprile con un focus sulla regione orientale del Donbass, gli analisti hanno notato la mancanza di progressi sorprendenti da parte della Russia.

“La mancanza di abilità dell’unità e il supporto aereo incoerente hanno impedito alla Russia di utilizzare appieno la sua potenza di combattimento, nonostante i miglioramenti locali”, ha affermato il delegato del Regno Unito. Intelligence di difesa Il 30 aprile.

Sebbene la Russia abbia messo a terra centinaia di sistemi antiaerei e antidroni ucraini, l’Ucraina controlla ancora la maggior parte del suo spazio aereo, afferma il Regno Unito.

Il Istituto per lo studio della guerra Inoltre non è influenzato dalla seconda fase. “Gli attacchi russi alle posizioni difensive ucraine in prima linea prima del 24 febbraio non stanno ancora facendo progressi tangibili”, ha affermato il 1 maggio.

“I ripetuti fallimenti russi nella cattura di villaggi come Zolote e Vilin indicano che le posizioni difensive ucraine prima dell’invasione erano troppo forti per essere prese d’assalto dalle forze russe”.

La Russia non è nemmeno riuscita a espellere circa 2.000 marines ucraini dallo stabilimento Azovstal di Mariupol, sebbene il 21 aprile abbia ufficialmente dichiarato la vittoria sulla città.

“L’Ucraina si sta lentamente trasformando di nuovo in Afghanistan”, afferma Arif El-Obeid, docente di scienze politiche e geopolitica.

Quando i russi entrarono in Afghanistan, erano visti come un enorme impero. Dieci anni dopo furono sconfitti e dispersi. Penso che gli americani stiano cercando di ottenere lo stesso scenario qui”, ha detto ad Al Jazeera.

READ  L'italiana Eni vende la sua quota di attività al dettaglio alle energie rinnovabili mentre i profitti aumentano

Se la guerra continua, diciamo altri cinque anni, l’economia russa crollerà. Gli americani non hanno fretta, né gli europei. Economicamente la Russia è debole. La loro economia è grande quanto quella della Corea del Sud”.

Carico pesante da trasportare

Almeno a breve termine, Mosca sta dimostrando resilienza economica, spendendo generosamente per sostenere la sua economia.

La spesa della Banca centrale ha riportato il rublo al suo valore prebellico. Il ministro delle finanze Anton Siluanov ha affermato che l’equivalente di $ 35 miliardi è stato speso per i crediti d’imposta iniziali. Altri 112 miliardi di dollari saranno spesi per rafforzare il sistema bancario sovvenzionando mutui e prestiti commerciali.

Al momento, la Russia sta spendendo guadagni inaspettati. che esso Aumento del 37% della spesa pubblica A marzo, l’aumento dei ricavi è stato compensato dai prezzi globali del petrolio e del gas.

A lungo termine potrebbe essere una storia diversa. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiesto al Congresso di approvare 33 miliardi di dollari di nuove spese per l’Ucraina, sminuendo un precedente pacchetto di 13,6 miliardi di dollari e dimostrando la determinazione a lungo termine degli Stati Uniti.

Il Congresso ha rilanciato il programma di prestito e locazione dell’era della Seconda Guerra Mondiale per spedire armi più velocemente in Ucraina. Il presidente russo Vladimir Putin e il ministro degli Esteri Sergey Lavrov hanno entrambi mostrato il loro dispiacere per le spedizioni di armi in Ucraina.

L’Europa sta anche lavorando per eliminare la sua più grande debolezza: la dipendenza dal petrolio e dal gas russi. Le importazioni di carbone russo erano state vietate in precedenti sanzioni. L’UE è ora concentrata sul petrolio e la Germania, la più grande economia dell’UE, ha resistito all’ultima ondata di indecisione.

Il 27 aprile, il ministro dell’Economia tedesco Robert Habeck ha affermato che l’economia del paese cadrà Recessione Se viene imposto l’embargo energetico russo.

Il 2 maggio, questo è ufficialmente cambiato. “Con carbone e petrolio, ora è possibile abbandonare le importazioni russe”, ha detto a WELT il ministro delle finanze Christian Lindner e leader dei liberaldemocratici. Habek, che guida il Partito dei Verdi, ha confermato questa posizione.

READ  Legal Officer, HR Officer Unisciti a Ingredion

La Germania non è contraria a un embargo petrolifero sulla Russia. “Ovviamente è un fardello pesante, ma saremo pronti a farlo”, ha detto Habeck ai giornalisti a Bruxelles prima di avviare i colloqui con i suoi colleghi dell’UE.

La Germania afferma di aver ridotto la sua dipendenza dal petrolio russo dall’invasione dell’Ucraina dal 35% al ​​12%.

Allo stesso modo, la Germania ha superato la sua riluttanza a inviare armi pesanti in Ucraina. Il cancelliere Olaf Schultz aveva dichiarato al sito di notizie tedesco Der Spiegel che stava cercando di evitare un’escalation della NATO con la Russia il 22 aprile. Ma dopo cinque giorni, concordato Cannoni semoventi e antiaerei Gibbard inviati in Ucraina.

Interattivo - Mappa di controllo del Donbass - giorno 71

“Cambia politica”

Schulz ha notato uno storico cambiamento di politica a marzo, annunciando nuove massicce spese per la difesa e svezzando nel tempo i combustibili fossili russi. “Sembra che, sotto la pressione dell’opinione pubblica, il ritmo del cambiamento politico sia accelerato su entrambe le questioni”, afferma George Pagolatos, direttore dell’Istituto ellenico per la politica estera e europea, un think tank di Atene.

Era importante per la Germania essere in grado di mantenere la sua capitale politica e la sua posizione di paese che influenza le decisioni occidentali sulla guerra in Ucraina e su come affrontare Putin.

“Questo cambiamento di politica è stato importante in modo che la Germania non finisse per essere emarginata nel campo occidentale”, ha detto Pagolatos ad Al Jazeera.

La decisione, ha detto, era principalmente quella di proteggere gli interessi tedeschi e il suo posto nel mondo.

“Non farà molta differenza se la Germania fornisce equipaggiamento pesante nel bilancio militare generale, perché questo equipaggiamento può essere fornito da altri paesi, ma fa la differenza in termini di attacchi che la Germania riceve dall’interno e dall’esterno e in termini di diventando politicamente più debole”, ha detto Pagolatos. È stata una decisione pratica”.

READ  Investimenti in crescita del 16% | eKathimerini.com

Girare la Germania lascia solo coloro che rifiutano l’embargo dell’UE sul petrolio russo, Slovacchia e Ungheria. Il leader italiano ha affermato che la sfida all’unità europea deve portare a una nuova direzione in avanti nel federalismo. In un discorso al Parlamento europeo, il primo ministro italiano Mario Draghi ha chiesto una “federazione pragmatica” in cui la maggioranza degli Stati membri possa annullare il veto.

Anche se le sanzioni sono state inasprite e la sua guerra terrestre nell’est si è rivelata difficile quanto il suo tentativo fallito di impadronirsi della capitale, Kiev, secondo quanto riferito, la Russia si stava preparando ad annettere le province di Luhansk, Donetsk e Kherson, che controlla quasi interamente.

L’ambasciatore degli Stati Uniti presso l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, Michael Carpenter, ha affermato che la Russia cercherà di assorbire l’Ucraina orientale a metà maggio. “Secondo gli ultimi rapporti, riteniamo che la Russia cercherà di annettere la ‘Repubblica popolare di Donetsk’ e la ‘Repubblica popolare di Luhansk’ alla Russia”, ha affermato Carpenter.

Vadym Skibitskyi di Difesa ucraina Il KGB ha detto che la Russia stava progettando di tenere un referendum fittizio e dichiarare l’indipendenza di Kherson entro il 9 maggio, l’anniversario della vittoria della Russia sulla Germania nazista nella seconda guerra mondiale.

Il consigliere comunale di Mariupol, Petro Andryushenko, ha affermato che le forze russe stanno effettuando un inventario degli alloggi in città e stanno pianificando di reinsediare gli sfollati forzati in Russia.

Le aziende di Rostov, in Russia, hanno ricevuto ordini per la produzione di sigilli e francobolli per le amministrazioni di occupazione di Mariupol che dicevano: “Russia, Repubblica del Donbas, Mariupol, amministrazione militare civile”. L’agenzia di intelligence russa ha affermato che la Russia stava valutando la possibilità di incorporare le aree occupate nell’Ucraina meridionale nell’amministrazione della Crimea, che ha annesso nel 2014.

Interattivo - Mappa Mariupol - Giorno 71

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.