Un ponte autostradale a quattro corsie è crollato per la seconda volta in oltre un anno

Un ponte è crollato su un’autostrada a quattro corsie in India per la seconda volta in più di un anno, evidenziando ciò che molti definiscono corruzione nel governo.

I video sui social media hanno mostrato che una sezione lunga 250 metri del ponte di cemento di 3,6 chilometri è crollata e si è dissolta nel fiume Gange.

La clip è stata pubblicata online, suscitando indignazione e derisione per ciò che la gente del posto ha affermato essere il simbolo di una cultura del taglio degli angoli nella costruzione.

Finora non si registrano vittime, ma si dice che alcune persone siano disperse.

Il ponte doveva essere completato nel 2019, ma ha subito numerosi ritardi, compresi quelli causati da un precedente crollo il 30 aprile 2022 causato da forti venti e pioggia.

Sebbene non sia stata intrapresa alcuna azione contro il costruttore, il governo indiano ha richiesto un rapporto dell’Indian Institutes of Technology per esaminare eventuali difetti nella struttura.

L’istituto ha consigliato di demolire una parte, ma i lavori sono proseguiti.

Il ponte doveva essere reso più robusto

Alcuni funzionari hanno affermato che il crollo del ponte lunedì ha dimostrato che le lezioni del suo precedente crollo non erano state apprese e che la colpa era della corruzione.

Nitish Kumar, primo ministro dello stato del Bihar, ha promesso “un’azione dura”, aggiungendo: “Non è stato costruito correttamente. Ecco perché è crollato. Avrebbe dovuto essere reso più robusto”.

Le infrastrutture in India sono state a lungo segnate da problemi di sicurezza, che a volte hanno portato a gravi disastri su autostrade e ponti. I costruttori usano spesso materiali da costruzione di scarsa qualità per ridurre i costi.

READ  Gli Stati Uniti non vedono alcuna indicazione per sostenere l'affermazione dell'Ucraina secondo cui la Bielorussia si è unita all'invasione della Russia - Politico

Lo scorso ottobre, un ponte sospeso di epoca coloniale nella città di Morbi, nello stato del Gujarat, è crollato, annegando centinaia di persone nel fiume Machu e uccidendone 135.

Iniziano le indagini su un incidente ferroviario

Nel frattempo, è stata avviata un’indagine ufficiale sull’incidente ferroviario più mortale del paese in oltre due decenni, dopo che i primi risultati suggerivano che il guasto fosse la probabile causa di una collisione che uccise almeno 275 persone e ne ferì 1.200.

Il disastro è avvenuto venerdì scorso quando un treno passeggeri si è scontrato con un treno merci fermo, ha saltato i binari e si è scontrato con un altro treno passeggeri che transitava nella direzione opposta vicino al distretto di Balasore, nello stato orientale dell’Odisha.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *