Un misterioso oggetto fatto di vetro vulcanico è stato trovato sulle coste italiane

I manufatti sono profondi 130 piedi. (Immagine rappresentativa)

La polizia ha scoperto il carico di un’antica nave nel Golfo di Napoli, in Italia. Gli archeologi ritengono che questi oggetti possano risalire al periodo neolitico. Newsweek riportato. A scoprirlo lo scorso ottobre era stato il nucleo subacqueo della Questura di Napoli, che aveva consegnato agli esperti l’oggetto di ossidiana (vetro vulcanico). Citando l’Osservatorio Archeologico, Belle Arti e Topografia (SABAP) dell’Area Metropolitana di Napoli, i reperti si trovano ad una profondità di 130 metri, in prossimità della grotta marina.

“Trovare un relitto neolitico è strabiliante”, ha affermato Sean Kingsley, redattore capo della rivista RecWatch. disse Newsweek.

“Se sopravviverà un vasto inventario del carico e dei membri dell’equipaggio, la scoperta diventerà uno dei cinque principali attacchi subacquei di tutti i tempi. Per ora, la giuria è fuori”, ha aggiunto.

L’ossidiana è un tipo di vetro vulcanico utilizzato nell’antichità per realizzare coltelli e altri strumenti. È uno degli oggetti più nitidi sulla terra e ha un colore viola, ha detto Scienza IFL.

Si trova naturalmente su alcune isole vulcaniche in Italia.

Il nucleo scolpito misura 11 x 8 x 6 pollici e pesa quasi otto chilogrammi, ha aggiunto l’outlet.

Il sovrintendente della SABAP Mariano Nuzzo ha dichiarato in una nota che gli archeologi ora “condurranno un’accurata indagine strumentale del fondale marino, per verificare la presenza di croste o altro carico”.

READ  Carluccio's in Meadowhall: goditi un piccolo assaggio d'Italia a Sheffield

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *