Ufficio del procuratore generale: Sir Salman Rushdie accoltellato 12 volte, anche al viso e al collo Notizie dagli Stati Uniti

L’ufficio del procuratore degli Stati Uniti ha affermato che Sir Salman Rushdie è stato accoltellato circa 12 volte al viso e al collo.

L’ufficio del procuratore della contea di Chautauqua ha affermato che uno dei tagli al viso ha causato un buco negli occhi di Sir Salman.

Un altro, nell’addome, ha provocato una perforazione del fegato dell’autore.

Ha anche subito diverse altre coltellate all’addome e al torace.

Il 75enne è stato trasportato in aereo in ospedale ed è stato operato per ore attacco Prima di una conferenza che avrebbe dovuto tenere nello Stato di New York venerdì pomeriggio.

All’inizio di sabato, il sospetto dichiarato non colpevole di tentato omicidio.

immagine:
Matar arriva a corte. Immagine: AP

Hadi MatarÈ comparso davanti al tribunale, all’età di 24 anni, con indosso un abito bianco e nero e una maschera bianca, le mani legate davanti a sé.

attacco

Lo scrittore britannico di origine indiana, Sir Salman, è stato presentato alla Chautauqua Institution quando un uomo ha preso d’assalto il palco e ha iniziato a pugnalarlo.

È caduto a terra dove il sospetto è stato bloccato da membri del pubblico e del personale.

Leggi di più:
Il mondo risponde all’accoltellamento di Sir Salman Rushdie
Cosa sappiamo del sospetto?

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

I testimoni si precipitano ad aiutare lo scrittore dopo l’attacco

La testimone Julia Mineva-Brown ha detto a Sky News che un uomo è apparso “all’improvviso dal lato sinistro del palco… (con) tutti i vestiti neri”.

“È stato così veloce… pensavamo che stesse aggiustando il microfono, poi abbiamo visto il coltello. Ha iniziato a pugnalarlo prima al collo… e il signor Rushdie si è alzato e ha iniziato a correre. Siamo ancora sotto shock”.

READ  Ex segretario del campo nazista accusato di aver ucciso 10.000 persone | Germania

proibito

Sir Salman, che vive a New York City ed è diventato cittadino statunitense nel 2016, avrebbe dovuto parlare con Henry Reese, di Asylum City, un programma di residenza per scrittori che vivono in esilio minacciati di persecuzione.

Ci si aspettava che discutessero del ruolo dell’America come rifugio per scrittori e altri artisti in esilio e come casa per la libera espressione creativa.

Il suo quarto libro, I versi satanici, è stato bandito nel 1988 in un certo numero di paesi con una grande popolazione musulmana, incluso l’Iran, dopo che alcuni hanno ritenuto che contenesse passaggi blasfemi.

Nel 1989, l’allora leader iraniano, l’ayatollah Ruhollah Khomeini, emise una fatwa, o fatwa, chiedendo la morte di Sir Salman.

L’autore ha vissuto in esilio per anni, ma l’ha detto a una rivista tedesca all’inizio di questo mese Pensava che la sua vita fosse “molto normale di questi tempi”..

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

Nel 2017, Sir Salman Rushdie ha dichiarato a Sky News che le minacce erano “in gran parte superate”.

Rishi Sunak, candidato a primo ministro, ha chiesto la designazione ufficiale delle Guardie Rivoluzionarie iraniane come organizzazione terroristica sulla scia del brutale attacco.

Ha detto al Sunday Telegraph che l’appello dovrebbe essere “un campanello d’allarme per l’Occidente”.

Gli iraniani hanno risposto con elogi e preoccupazione per l’attacco.

“Sono contento che sia stato aggredito”

Reza Amiri, un addetto alle consegne di 27 anni a Teheran, ha dichiarato all’Associated Press: “Non conosco Salman Rushdie, ma sono felice di sapere che è stato aggredito perché ha insultato l’Islam.

READ  Ultime notizie sul Coronavirus: gli eventi in diretta sono in corso di revisione, il ministro della Cultura avverte: `` Mentre il Paese entra in un periodo di maggiore vigilanza ''

“Questo è il destino di tutti coloro che insultano i santuari”.

Tuttavia, altri hanno espresso preoccupazione per il fatto che l’Iran diventerà più isolato dal mondo mentre le tensioni persistono per il suo accordo nucleare infranto.

“Sento che coloro che hanno fatto questo stanno cercando di isolare l’Iran”, ha detto Mahshid Barati, un insegnante di geografia di 39 anni. Ciò influenzerà negativamente le relazioni con molti, anche con Russia e Cina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.