Telescopio spaziale James Webb della NASA: il presidente Biden rivela una prima immagine sbalorditiva

Presidente Joe Biden Ha rilasciato una delle prime immagini di Webb, la visione più profonda dell’universo mai scattata.

L’immagine mostra SMACS 0723, dove un enorme gruppo di ammassi di galassie funge da lente d’ingrandimento per gli oggetti dietro di loro. Questa cosiddetta lente gravitazionale, e questo ha creato la prima visione del deep web di galassie incredibilmente antiche, lontane e deboli.

La presentazione è stata fatta alla Casa Bianca durante un evento in anteprima con l’amministratore della NASA Bill Nelson.

Secondo Nelson, “È l’immagine più profonda del nostro universo mai scattata”.

Alcune di queste galassie lontane e ammassi stellari non sono mai state viste prima. L’ammasso di galassie appare come appariva 4,6 miliardi di anni fa.

Secondo una dichiarazione della NASA, “Questa fetta del vasto universo copre un pezzo di cielo delle dimensioni di un granello di sabbia che una persona tiene sulla Terra a distanza di un braccio”.

L’immagine, ripresa da una webcam nel vicino infrarosso, è costituita da immagini riprese con diverse lunghezze d’onda della luce in un periodo di 12,5 ore. Ci sono volute settimane prima che il telescopio spaziale Hubble catturasse i campi più profondi.

Il resto delle immagini a colori ad alta risoluzione apparirà per la prima volta martedì 12 luglio.

L’osservatorio spaziale, lanciato a dicembre, potrà guardare all’interno Atmosfere dei pianeti esterni E il Osservando alcune delle prime galassie Sono stati creati dopo che l’universo ha iniziato a vederli attraverso la luce infrarossa, che è invisibile all’occhio umano.

La prima versione dell’immagine mette in evidenza le capacità scientifiche di Webb, nonché la capacità dell’enorme specchio d’oro e degli strumenti scientifici di produrre immagini straordinarie.

Ci sono diversi eventi in corso durante il rilascio dell’immagine di martedì e saranno tutti trasmessi in diretta Sito web della Nasa.

Le osservazioni di apertura della leadership della NASA e del team Webb inizieranno martedì alle 9:45 ET, seguite da un rilascio di immagini che inizierà a trasmettere alle 10:30 ET. Le immagini verranno rivelate una per una e una conferenza stampa alle 12:30 ET fornirà dettagli su di esse.

READ  Il lancio di un razzo della NASA presso la Wallops Flight Facility è stato posticipato da oggi a sabato

prime immagini

La NASA ha condiviso i primi bersagli cosmici di Webb venerdì, fornendo un teaser di ciò che il rilascio dell’immagine di martedì includerà: la Nebulosa Carinae, WASP-96b, la Nebulosa dell’Anello Meridionale e il Pentagramma di Stefan.

Situata a 7.600 anni luce di distanza, la Nebulosa Carina è un vivaio stellare, dove nascono le stelle. È una delle nebulose più grandi e luminose del cielo e ospita molte stelle molto più grandi del nostro Sole.

Lo studio di Webb sul pianeta gigante gassoso WASP-96b sarà il primo spettro a colori di un esopianeta. Lo spettro includerà diverse lunghezze d’onda della luce che possono rivelare nuove informazioni sul pianeta, ad esempio se ha un’atmosfera. Scoperta nel 2014, WASP-96b si trova a 1.150 anni luce dalla Terra. La sua massa è la metà di quella di Giove e compie un’orbita attorno alla sua stella ogni 3,4 giorni.

Questa immagine sperimentale è stata catturata dal sensore di guida di precisione Webb per otto giorni all'inizio di maggio.  Mostra come Webb può scattare foto dettagliate di oggetti molto deboli.

La Nebulosa dell’Anello Meridionale, conosciuta anche come “Burst Eight”, si trova a 2.000 anni luce dalla Terra. Questa grande nebulosa planetaria include una nuvola di gas in espansione attorno a una stella morente.

La vista del telescopio spaziale del Pentagramma Stefan rivelerà il modo in cui le galassie interagiscono tra loro. Questo ammasso di galassie compatto fu scoperto per la prima volta nel 1787, situato a 290 milioni di anni luce di distanza nella costellazione di Pegaso. Secondo una dichiarazione della NASA, quattro delle cinque galassie nell’ammasso sono “rinchiuse in una danza cosmica di frequenti incontri ravvicinati”.

L'enorme specchio del telescopio Webb colpito da micrometeoriti

Gli obiettivi sono stati scelti da una giuria internazionale, tra cui membri della NASA, dell’Agenzia spaziale europea, dell’Agenzia spaziale canadese e dello Space Telescope Science Institute di Baltimora.

READ  SpaceX Starship potrebbe saltare il pensionamento anticipato per "test di volo ipersonico"

Guardo avanti

Questa sarà la prima di molte immagini provenienti da Webb, il telescopio più potente mai lanciato nello spazio. La missione, che originariamente doveva durare 10 anni, ha una capacità di carburante di riserva sufficiente per funzionare per 20 anni, secondo il vicedirettore della NASA Pam Milroy.

“Webb può vedere indietro nel tempo dopo il Big Bang cercando galassie così lontane, che ci sono voluti diversi miliardi di anni di luce per viaggiare da quelle galassie a noi stessi”, ha affermato Jonathan Gardner, vice capo scienziato del Progetto Webb della NASA. , nel corso di una recente conferenza stampa. “Il Web è più grande di Hubble, quindi può vedere galassie più deboli e più lontane”.

Eric Smith, scienziato del programma Web e capo scienziato della Divisione di astrofisica della NASA, ha affermato che l’obiettivo iniziale del telescopio era quello di vedere le prime stelle e galassie nell’universo e di guardare “l’universo brillare per la prima volta”.

Smith ha lavorato in Webb dall’inizio del progetto a metà degli anni ’90.

“Il James Webb Space Telescope ci darà un nuovo potente set di occhi per esaminare il nostro universo”, Smith ha scritto in un aggiornamento sul sito della NASA. “Il mondo sta per essere di nuovo nuovo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.