Steve Bannon rischia quattro mesi di prigione dopo aver perso un appello per oltraggio al Congresso

Steve Bannon, alleato di Donald Trump, potrebbe presto finire in prigione dopo che una corte d'appello federale ha confermato la sua condanna per oltraggio al Congresso per non aver testimoniato sulla rivolta del Campidoglio del 6 gennaio.

In una sentenza emessa venerdì mattina, un collegio di tre giudici della Corte d'Appello di Washington, DC, ha respinto l'appello di Bannon.

“Come questa corte e la Corte Suprema hanno ripetutamente chiarito, una norma contraria entrerebbe in conflitto con la lettera dello statuto sul disprezzo e ostacolerebbe l'autorità investigativa del Congresso”, ha scritto il giudice Bradley Garcia.

“Poiché non abbiamo alcuna base per discostarci da quel precedente vincolante, e poiché nessuna delle altre sfide di Bannon alle sue convinzioni ha alcuna base, lo affermiamo”.

La sentenza avvicina Bannon ad affrontare una pena detentiva di quattro mesi, che è stata sospesa mentre l’appello è pendente.

Una giuria a Washington, DC, ha condannato Bannon nel luglio 2022 per oltraggio al Congresso dopo aver non rispettato un mandato di comparizione del Congresso relativo alla rivolta del Campidoglio del 6 gennaio 2021.

Nel 2021, il comitato investigativo gli ha chiesto di testimoniare e di mostrare documenti relativi alle rivolte, ma lui si è rifiutato di farlo, secondo quanto riportato da Reuters. Ufficio del procuratore degli Stati Uniti di Washington, DC.

Era Bannon Condannato Reclusione per quattro mesi e multa di 6.500 dollari nell'ottobre 2022.

La sentenza è stata sospesa dopo che i suoi avvocati hanno presentato ricorso contro la condanna.

Steve Bannon, nella foto mentre parla alla Conservative Political Action Conference del 2024, ha perso il suo appello per ribaltare la sua condanna per disprezzo. (Immagini Getty)

Nel loro appello, il team legale di Bannon ha sostenuto che l'ex assistente di Trump non ha rifiutato “intenzionalmente” il mandato di comparizione, sostenendo che stava solo seguendo il consiglio del suo avvocato non rispondendo. Ma la Corte d’Appello non era convinta di questa argomentazione.

READ  "Ho scritto argomenti migliori alla facoltà di legge", dicono gli esperti: i tribunali probabilmente rigetteranno la causa di Trump

Tuttavia, Bannon ha ancora opzioni legali. Lo ha detto il suo avvocato, David Schoen L'indipendente Bannon farà appello a un intero collegio di giudici in servizio nella più alta corte di Washington. Può anche presentare istanza alla Corte Suprema degli Stati Uniti per esaminare il suo appello.

L'indipendente Ho contattato gli avvocati di Bannon e l'ufficio del procuratore degli Stati Uniti a Washington, DC per un commento.

Anche Peter Navarro, un aiutante di Trump, è stato accusato di oltraggio al Congresso per non aver rispettato un mandato di comparizione investigativo il 6 gennaio. È stato condannato a quattro mesi di carcere a gennaio e ha iniziato la sua pena a marzo, dopo che la Corte Suprema ha rifiutato di accogliere il suo appello.

Si prevede inoltre che Bannon comparirà in tribunale il prossimo settembre per essere processato a New York con l'accusa di frode.

L'ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan Alvin Bragg ha accusato Bannon di aver ingannato i donatori inducendoli a inviare denaro per costruire un muro lungo il confine tra Stati Uniti e Messico, sostenendo che Bannon ha invece utilizzato il denaro per guadagno personale.

In questo caso, Bannon è accusato di riciclaggio di denaro, cospirazione e frode.

Si è dichiarato non colpevole delle accuse contro di lui.

Il processo era originariamente previsto per iniziare questo mese, ma è stato rinviato a causa del processo segreto di Trump, che è presieduto dallo stesso giudice: il giudice Juan Merchan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *