Stellantis, i sindacati concordano altri 1.820 licenziamenti volontari in Italia

Il logo di Stellantis è visibile su un edificio aziendale a Velizy-Villacoublay, vicino a Parigi, Francia, il 23 febbraio 2022. REUTERS/Gonzalo Fuentes

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

MILANO, 7 lug (Reuters) – La casa automobilistica Stellandis (STLA.MI) e i sindacati hanno firmato giovedì un accordo per tagliare altri 1.820 lavoratori dalle operazioni italiane del gruppo attraverso licenziamenti volontari, hanno detto i rappresentanti del lavoro.

Gli incentivi variano in base alle attività e all’anzianità, hanno detto.

I lavoratori manuali quattro anni sotto l’età pensionabile che accettano di andarsene riceveranno ulteriori 20.000 euro ($ 55.940) se lasceranno entro il 30 settembre, hanno affermato i sindacati in una dichiarazione congiunta.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Hanno aggiunto che i regimi di trasferimento sarebbero stati offerti anche a impiegati e quadri.

I licenziamenti annunciati giovedì includono 480 licenziamenti delineati in un accordo preliminare tra Stellandis e i sindacati, ma si aggiungono agli oltre 700 tagli volontari di posti di lavoro concordati quest’anno in Italia nell’ambito di un accordo precedente. leggi di più

La casa automobilistica italo-francese impiega attualmente circa 49.000 persone in Italia.

La FIOM-CGIL di sinistra, l’unico sindacato metalmeccanico a non firmare l’accordo, ha dichiarato in un comunicato separato che i licenziamenti volontari a Stellandis potrebbero ammontare a oltre 4.000 unità nel 2021-2022.

Un portavoce della casa automobilistica ha confermato i dettagli dell’accordo raggiunto con i sindacati di maggioranza, definendolo “positivo e innovativo”.

Gianluca Ficco del sindacato UILM ha affermato che, secondo la maggior parte delle stime, l’elettrificazione mette a rischio il 30% dei posti di lavoro nel settore automobilistico, rendendo necessario gestire la transizione in modo “socialmente accettabile”.

READ  Guida dell'edonista ai tuoi sogni sull'Italia

“Con questo accordo stiamo cercando di gestire in modo proattivo l’impatto sul lavoro della transizione energetica”, ha affermato.

($ 1 = 0,9832 euro)

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Relazione di Giulio Piovaccari; Montaggio di John Harvey

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.