Sri Lanka sul filo del rasoio perché le dimissioni promesse di Rajapaksa falliscono | Sri Lanka

La tensione è rimasta sul filo del rasoio Sri Lanka Dopo le promesse dimissioni il presidente si è presentato solo giovedì mattina, lasciando il Paese in una situazione di stallo politico.

C’è stato un silenzio urgente da parte del presidente Gotabaya Rajapaksa, fuggito alle Maldive mercoledì mattina presto. Secondo i media locali, giovedì stava ancora aspettando un aereo privato che lo portasse alla sua destinazione finale a Singapore, dopo aver considerato l’imbarco su un volo commerciale un rischio per la sicurezza.

L’oratore ha affermato che la lettera di dimissioni del presidente non è arrivata fino a giovedì mattina presto. Sri Lanka dentro caso di emergenza dopo, dopo I manifestanti hanno preso d’assalto gli uffici del Primo Ministro Mercoledì ha assunto la stazione della televisione di stato tra la rabbia crescente per le non dimissioni di Rajapaksa.

Come presidente, ha l’immunità dall’arresto. Molti credono che l’annuncio delle sue dimissioni non arriverà fino a quando non raggiungerà la sua destinazione finale e garantirà protezione dall’accusa, sia dalle accuse di presunta corruzione che dalle accuse di lunga data di crimini di guerra durante la guerra civile dello Sri Lanka quando era comandante in capo delle forze armate.

Rajapaksa, che detiene la presidenza dal novembre 2019, è responsabile di aver spinto lo Sri Lanka nella sua peggiore crisi economica dall’indipendenza nel 1948, portando a una grave carenza di carburante, cibo e medicine. Insieme a molti membri della sua famiglia politicamente potente che hanno ricoperto incarichi politici, RRajapaksas accusato di cattiva gestione economica e la diffusione della corruzione.

I manifestanti, insieme a sindacati e gruppi della società civile, questa settimana hanno lanciato un avvertimento che le loro azioni aumenteranno se il presidente Rajapaksa non si dimetterà il 13 luglio, la data che ha più volte comunicato attraverso i parlamentari e il primo ministro sarà la sua partenza.

Il presidente Rajapaksa non si è rivolto direttamente al popolo dello Sri Lanka da quando è stato evacuato dalla sua casa sabato mattina, in vista delle proteste che vedranno il palazzo presidenziale e gli uffici occupati.

Ufficialmente, Rajapaksa rimane presidente, ma ha nominato il primo ministro Ranil Wickremesinghe come il “presidente ad interim” con pieni poteri esecutivi, una mossa respinta dai manifestanti che chiedevano le dimissioni di entrambi.

I manifestanti hanno riempito le strade di Colombo mercoledì e, dopo aver affrontato un’intensa polizia, esercito e gas lacrimogeni, hanno assunto gli uffici del primo ministro Wickremesinghe, chiedendo le sue dimissioni da primo ministro e presidente ad interim.

Wickremesinghe ha usato i suoi nuovi poteri esecutivi per dichiarare lo stato di emergenza, il coprifuoco notturno e invitare i militari e la polizia a fare “ciò che è necessario” per impedire ai manifestanti di entrare negli edifici governativi.

Tuttavia, non era chiaro se Wickremesinghe avesse il controllo completo delle forze armate. Una dichiarazione dell’ex capo dell’esercito Sarath Fonseka ha esortato gli ufficiali a non sparare ai manifestanti disarmati e ha invece affermato che le loro armi dovrebbero essere dirette contro politici corrotti. Mercoledì sera, Wickremesinghe ha incaricato i leader dell’opposizione di presentare un nuovo candidato alla carica di primo ministro.

A tarda notte, alcune fazioni di manifestanti si sono radunate fuori dal Parlamento e hanno tentato di prendere d’assalto l’edificio, ma sono state colpite dai lacrimogeni e alcuni gruppi hanno criticato il tentativo di sequestro dell’edificio.

Più di 40 persone sono rimaste ferite negli scontri tra manifestanti e polizia mercoledì e un manifestante di 26 anni che è stato portato in ospedale dopo essere stato esposto ai gas lacrimogeni è morto a causa di difficoltà respiratorie.

Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha esortato i leader dello Sri Lanka a supervisionare una transizione pacifica del potere. “Continuo a seguire da vicino la situazione in Sri Lanka. È importante affrontare le cause profonde del conflitto e le lamentele dei manifestanti”, ha affermato su Twitter.

READ  Notizie Trump in diretta: ultimi aggiornamenti mentre Allen Weisselberg si arrende alle autorità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.