SpaceX lancia una delle sue missioni più complesse fino ad oggi: Spaceflight Now

Nota dell’editore: Il razzo Falcon 9 è decollato alle 21:20 EDT di sabato (0120 GMT di domenica). Ci sarebbero volute più di due ore per il dispiegamento di tutti i carichi utili della missione. Ricontrolla per una storia riepilogativa completa dopo che la missione è stata completata.

Copertura in diretta del conto alla rovescia e del lancio del razzo SpaceX Falcon 9 dal Launch Complex 39A al Kennedy Space Center della NASA in Florida. La missione Starlink 4-2 lancerà il prossimo lotto di SpaceX di 34 satelliti Internet Starlink e carichi utili per i passeggeri per la rete cellulare a banda larga satellitare di AST SpaceMobile. Seguici Twitter.

SFN in diretta

Il booster riutilizzabile SpaceX Falcon 9 ha completato il suo 14° volo nello spazio dopo essere decollato dal Kennedy Space Center della NASA alle 21:20 EDT di sabato (0120 GMT di domenica). La missione è classificata come uno dei complessi lanci di SpaceX fino ad oggi, con l’obiettivo di schierare 34 veicoli spaziali Starlink e un satellite di prova per la rete satellitare cellulare a banda larga di AST SpaceMobile.

Sabato notte lo stadio superiore del razzo accenderà i suoi motori cinque volte: quattro bruciature per schierare il satellite BlueWalker 3 di AST SpaceMobile e 34 carichi utili Starlink in due orbite diverse, quindi una manovra finale per riportare lo stadio superiore nell’atmosfera terrestre per una risposta devastante. Iscrizione.

I cinque motori lanciati dallo stadio superiore del Falcon 9 saranno i più eseguiti in una missione SpaceX, battendo di uno il record precedente. Il primo stadio del razzo Falcon 9, che vola sabato notte, diventerà il comandante della flotta SpaceX.

Il primo stadio, denominato B1058, è una parte storica della famiglia di razzi SpaceX. È stato lanciato per la prima volta il 30 maggio 2020, con il lancio della prima missione astronautica di SpaceX sulla navicella spaziale Crew Dragon.

Il booster è atterrato su una nave senza pilota nell’Oceano Atlantico dopo il lancio di un equipaggio nel 2020. Da allora ha volato 12 volte, portando un satellite militare sudcoreano nello spazio e lanciando una missione di rifornimento alla Stazione Spaziale Internazionale, due piccole missioni per condividi voli Satelliti. e otto missioni Starlink.

Il lancio dalla piattaforma 39A sabato notte è il primo di due velivoli SpaceX Falcon 9 che si preparano al decollo in rapida successione. Un altro razzo Falcon 9 si trova allo Space Launch Complex 40 della Cape Canaveral Space Force Station, poche miglia a sud di Kennedy, per portare in orbita 54 satelliti Starlink non appena domenica notte.

READ  Tutti gli occhi sono puntati sul tempo mentre Boeing cercherà di lanciare Starliner martedì

SpaceX ha inviato due piattaforme di atterraggio per razzi da Port Canaveral all’Oceano Atlantico. I rinforzi in volo sabato e domenica mireranno agli atterraggi su entrambe le navi drone di stanza a poche centinaia di miglia a nord-est di Cape Canaveral.

SpaceX ha lanciato venerdì un Falcon 9 sulla piattaforma 39A durante i lavori in corso per equipaggiare il suo complesso di lancio costiero come futura base per l’enorme razzo Super Heavy riutilizzabile di SpaceX e il razzo Starship. Il personale di terra ha sollevato il Falcon 9 da 70 m in verticale sabato presto sulla piattaforma 39A, meno di 12 ore prima che un altro Falcon 9 si sollevasse in posizione verticale sulla piattaforma 40.

Il satellite BlueWalker 3 di AST SpaceMobile è installato sul convertitore del veicolo di lancio Falcon 9 all’interno dell’impianto di elaborazione del carico utile di SpaceX a Cape Canaveral. Credito: AST SpaceMobile

Unendosi ai 34 satelliti Starlink per la missione di sabato sera, BlueWalker 3 è un prototipo di una flotta pianificata di veicoli spaziali costruiti e di proprietà della AST SpaceMobile con sede in Texas. Il satellite di prova AST SpaceMobile lancerà un array di antenne nell’orbita terrestre bassa coprendo un’area di 693 piedi quadrati (circa 64 metri quadrati), più grande di un tipico monolocale. AST SpaceMobile mira a schierare un veicolo spaziale aggiuntivo nel 2023 per iniziare a costruire una rete operativa progettata per collegare i telefoni cellulari dei consumatori via satellite.

Abel Avelan, Presidente e CEO di AST SpaceMobile, ha dichiarato in una nota. Questa tecnologia rivoluzionaria supporta la nostra missione di eliminare le lacune di connettività affrontate dagli oltre 5 miliardi di abbonati mobili oggi che entrano ed escono dalla copertura e fornire banda larga cellulare a quasi la metà della popolazione mondiale che rimane scollegata. Vogliamo colmare il divario tra chi ha e chi non ha.

Il BlueWalker 3 si trova nella posizione superiore all’interno del tettuccio del carico utile del Falcon 9. Lo stadio superiore del Falcon 9 brucerà due motori prima di schierare il satellite BlueWalker 3 di circa 3.300 libbre (1,5 tonnellate metriche) a un’altitudine di circa 318 miglia (513 chilometri). BlueWalker 3 dovrebbe disconnettersi circa 50 minuti dopo il decollo.

Altri due motori nello stadio superiore del Falcon 9 bruceranno il razzo in un’orbita leggermente più bassa per schierare 34 satelliti Starlink in circa T+ più 2 ore e 4 minuti. Il fondatore e CEO di SpaceX, Elon Musk, ha affermato che il lancio di sabato sera sarà “una delle nostre missioni più complesse”.

“Il BlueWalker 3 sarà la più grande suite di comunicazioni distribuita commercialmente in orbita terrestre bassa mai vista”, ha affermato Scott Wisniewski, chief strategy officer di AST SpaceMobile. Misura 693 piedi quadrati ed è progettato per testare l’ingegneria a banda larga cellulare diretta.

READ  Questo terrificante asteroide quasi entra in collisione con la Terra, si è avvicinato pericolosamente solo 24 ore fa

“Siamo un’azienda fondata sul desiderio di costruire la banda larga cellulare direttamente dallo spazio”, ha affermato Wisniewski. “Ci siamo stati dal 2017. Questo satellite è progettato per comunicare direttamente con telefoni cellulari, telefoni cellulari normali e telefoni cellulari non modificati a terra e lo testeremo nei prossimi mesi”.

Array di antenne BlueWalker 3 durante il test di propagazione al suolo. Credito: AST SpaceMobile

Qualche tempo nei primi due mesi dopo il lancio, supponendo che BlueWalker 3 funzioni correttamente, i controller di terra invieranno il comando al veicolo spaziale di lanciare la sua serie di antenne. L’antenna è composta da 148 singole sezioni, ciascuna con i propri elementi dell’antenna, collegati con cardini meccanici, secondo Wisniewski.

“Il processo di rilevamento in sé è molto semplice”, ha detto Wisniewski in un’intervista a Spaceflight Now. “In sostanza, comprimiamo il satellite in un cubo e si apre in due dimensioni utilizzando l’energia immagazzinata nei cardini che lo tenevano insieme. Ciò che si apre è un insieme di elementi di antenna che scendono verso la Terra e di elementi solari che salgono verso il sole .”

“La chiave di tutte le implementazioni è mantenerlo il più semplice possibile e il più stupido possibile”, ha affermato Wisniewski. “Quello che ha fatto il James Webb Telescope è stato sorprendente. Ma quel livello di complessità, pensiamo, generi potenziali errori. E se puoi evitarlo, lo fai. Abbiamo, nel corso degli anni, molti progetti più complessi e in futuro ci sono molti ottimi modi per farlo. Ma alla fine, semplici cerniere meccaniche erano il modo migliore per eliminare i rischi.

“Per noi, la rivelazione… sarebbe una pietra miliare fondamentale”, ha detto Wisniewski. “E poi faremo una calibrazione e poi inizieremo a fare telefonate”.

AST SpaceMobile è sostenuta da fondi di capitale di rischio e investimenti da Vodafone, dall’operatore di telefoni cellulari American Tower e dall’operatore mobile giapponese Rakuten. L’azienda ha accordi con Samsung, Nokia e operatori mobili come Vodafone, AT&T e Orange per testare la compatibilità della rete cellulare satellitare con i telefoni cellulari esistenti.

BlueWalker 3 presenterà la tecnologia AST SpaceMobile con più di 10 operatori di rete mobile in sei continenti. “Il nostro obiettivo è calibrare le loro reti in modo da poter comunicare con loro”, ha affermato Wisniewski.

Se tutto andrà bene, la società prevede di lanciare i suoi primi cinque satelliti operativi alla fine del 2023, probabilmente su un altro razzo SpaceX Falcon 9. AST SpaceMobile prevede di schierare alla fine 168 satelliti.

READ  bolla! Il telescopio Webb della NASA distrugge la sua sesta caratteristica fondamentale nello spazio

“Questo fa tutto parte del nostro piano per costruire 168 satelliti a livello globale”, ha detto Wisniewski.

Razzo: Falco 9 (B1058.14)

Carico utile: 34 satelliti di Starlink (Starlink 4-2) e BlueWalker 3

sito di lancio: LC-39A, Kennedy Space Center, Florida

Data pranzo: 10 settembre 2022

ora di pranzo: 21:10:10 EST (0110:10 GMT)

previsioni del tempo: 60% di possibilità di tempo accettabile; basso rischio di venti di quota superiore; Ridotto rischio di condizioni sfavorevoli a una migliore guarigione

Recupero dal rinforzo: Nave drone denominata “A Shortfall of Gravitas” a est di Charleston, nella Carolina del Sud

LANCIO AZIMUT: il Nordest

orbita bersaglio: circa 318 miglia (513 chilometri) per il BlueWalker 3; 201 miglia per 207 miglia (324 chilometri per 334 chilometri); inclinare 53,2 gradi

Cronologia di lancio:

  • T+00:00: decollo
  • T+01: 12: pressione massima dell’aria (Max-Q)
  • T+02:32: 1° stadio per spegnimento motore principale (MICU)
  • T+02:35: Separazione di fase
  • T+02:42: accensione del motore nel secondo stadio (SES 1)
  • T+03:16: Sbarazzati della calma
  • T+06:17: Accensione del bruciore entrando nel primo stadio (tre motori)
  • T+06:37: Interruzione della combustione in entrata del primo stadio
  • T+08:09: Accensione bruciatore 1° stadio (monomotore)
  • T+08:28: Spegnimento motore secondo stadio (SECO 1)
  • T+08:31: Atterraggio primo stadio
  • T+47: 16: Accensione motore secondo stadio (SES 2)
  • T+47: 20: Spegnimento motore secondo stadio (SECO 2)
  • T+49:51: rottura di BlueWalker 3 انفصال
  • T + 1: 07: 36: secondo stadio di accensione del motore (SES 3)
  • T+1:07:38: secondo stadio spegnimento motore (SECO 3)
  • T+1:53:56: secondo stadio di accensione del motore (SES 4)
  • T+1:54:05: secondo stadio spegnimento motore (SECO 4)
  • T+2: 03:49: Disconnessione satellite Starlink

Statistiche della missione:

  • Il 175° varo del Falcon 9 dal 2010
  • Il 183° lancio della famiglia Falcon dal 2006
  • 14° lancio del Falcon 9 Booster B1058
  • Falcon 9 150 lanciato dalla costa spaziale della Florida
  • Il 54° lancio di SpaceX dalla piattaforma 39A
  • 148° rilascio assoluto dalla tavola 39A
  • Volo 117 del booster Falcon 9 riutilizzato
  • Il lancio di Falcon 9 No. 60 è principalmente dedicato alla rete Starlink
  • Falcon 9 41 lancio nel 2022
  • Lancio di SpaceX41 nel 2022
  • Il 39° tentativo di lancio orbitale lanciato da Cape Canaveral nel 2022

Invia un’e-mail all’autore.

Segui Stephen Clark su Twitter: Incorpora il tweet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.