Sono ora disponibili permessi permanenti per cenare all’aperto per i ristoranti di San Diego

I proprietari di ristoranti di San Diego che vogliono continuare a utilizzare i loro punti ristoro all’aperto possono iniziare questa settimana a richiedere nuovi permessi che consentano loro di lavorare su strade e marciapiedi per due anni.

Mentre un’espansione della ristorazione all’aperto è stata consentita nella città di San Diego da luglio 2020 in risposta alla chiusura anticipata delle operazioni al chiuso per pandemia, il consiglio comunale ha deciso in ottobre di rendere l’esperienza permanente data la sua popolarità tra clienti e imprenditori.

Tuttavia, il passaggio a un programma permanente significa nuovi requisiti per i permessi, oltre al pagamento di tasse che non erano richieste prima. Spaces as Places, come è noto, entrerà in vigore a luglio.

Gli imprenditori saranno ora soggetti a una tariffa annuale da $ 10 a $ 30 per piede quadrato. Le tariffe variano a seconda di dove si trovano le società in città. Il Dipartimento di pianificazione di San Diego utilizza un “indice di equità climatica” basato su fattori ambientali, sociali ed economici per determinare se un datore di lavoro pagherà $ 10, $ 20 o $ 30 per piede quadrato.

Ad esempio, la tariffa annuale per un permesso di due anni per un parco di 200 piedi quadrati può variare da $ 2.000 a $ 6.000. Il parcheggio medio occupa circa 200 metri quadrati. Verrà inoltre addebitata una commissione di sviluppo più nominale.

“Oltre a creare parchi, ampliare i marciapiedi e costruire nuovi parchi, (spazi come luoghi) fornisce anche assistenza finanziaria alle imprese in comunità storicamente svantaggiate per garantire che i benefici economici e civici dei pasti all’aperto siano goduti in tutte le nostre comunità, Lo ha detto il sindaco Todd Gloria in una nota.

READ  Stellantis, i sindacati hanno accettato più di 700 licenziamenti volontari quest'anno -UILM

Il nuovo programma, oltre a quanto consentito dalla misura temporanea, include una serie di norme di progettazione e sicurezza che consentiranno ai ristoranti di installare pedane lungo barriere non verniciate, gialle o verdi purché si trovino ad almeno 20 piedi da un incrocio , angolo di strada, vicolo o vialetto. .

Tuttavia, tali zone pranzo all’aperto non saranno consentite lungo le paratie rosse, blu o bianche o all’interno di un vicolo. Sarà inoltre limitato alle strade con una velocità non superiore a 30 miglia orarie. La chiusura parziale o totale delle strade è consentita anche in alcune località come Little Italy e Gaslamp Quarter.

Anche se la città accetta le richieste di nuovi permessi, continua anche a far rispettare le normative esistenti, che hanno incluso il contatto con quelle aziende che hanno installato in modo improprio le loro strutture esterne in violazione delle leggi cittadine e antincendio.

La città di San Diego non è stata in grado di fornire gli ultimi numeri venerdì sul numero di aziende che hanno ricevuto ordini di sanzioni civili per rendere conformi i loro posti a sedere all’aperto. Lo scorso ottobre, la città ha riferito che dozzine di ristoranti avevano emesso ordini del genere per una serie di violazioni, come tetti, corrimano più alti di 45 pollici e coperture aeree come il tetto, che sono vietati.

Dicono che i funzionari della città e dei vigili del fuoco stiano lavorando con gli imprenditori per aiutarli a fare correzioni piuttosto che essere punitivi.

Michael Georgopoulos, proprietario di Huntress e Rustic Root, entrambi nel quartiere di Gaslamp, si dice entusiasta del nuovo programma e prevede di richiedere i permessi per i due ristoranti. Dal momento che le sue strutture all’aperto sono più grandi della media Barclayite, la tariffa sarà alta, ma dice che vale la pena mantenere i posti a sedere all’aperto extra. Ha ancora bisogno di rimuovere i tetti di due edifici, come richiesto dalla città, e prevede di farlo alla fine per ottenere nuovi permessi.

READ  Il crollo della serie italiana Jamie Oliver ha ricevuto dalle bocche dei tabelloni 1,3 milioni di sterline

“Stiamo cercando di bilanciare i tempi per farlo perché il tetto e l’elettricità sono davvero importanti in questo momento a causa della pioggia e del freddo”, ha detto.

Parte delle entrate derivanti dalle nuove tasse di autorizzazione verranno utilizzate per recuperare completamente i costi di amministrazione e applicazione del programma, ma i fondi rimanenti saranno spesi per miglioramenti come l’ampliamento del marciapiede, l’ampliamento delle piste ciclabili e altri ammodernamenti in alcune aree svantaggiate del città. aree di reddito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.