Sono andato in una riserva Starbucks di 25.000 piedi quadrati in Italia e non assomigliava a nessun bar che avevo visto prima. Dai un’occhiata all’interno.

Il giro della birra fredda è arrivato con tre bevande: una crostata acida, vino arancia rosa e una birra fredda nitro. Quando sono serviti in bicchieri con antipasti, ho pensato che assomigliassero più a cocktail che a bevande al caffè.

La birra fredda era un limone acido che era caffè mescolato con sciroppo d’acero e lime fresco con ciliegie e scorza di limone per guarnire. Non avevo mai bevuto un caffè al limone prima e all’inizio ero titubante a provarlo perché sembrava due sapori opposti. Ma ero curioso e l’ho fatto.

Quando ne ho bevuto un sorso, ho pensato che fosse delizioso e sorprendentemente non aveva affatto il sapore del caffè. Per me sapeva più di succo di agrumi. Ho pensato che l’acidità del limone tagli l’amarezza del caffè, risultando in un sapore rinfrescante e piccante.

Passando al cold brew Aransia Rossa, consisteva in cold brew zuccherato, arancia rossa e succo d’arancia con ghiaccio con scorza d’arancia per guarnire. Ero scettico anche su questa bevanda, ma dopo aver provato il lime, ero ottimista riguardo al suo gusto. Ho pensato che questa bevanda fosse leggera e rinfrescante con un morbido sapore floreale.

Infine, il cold brew cold brew è stato infuso con azoto per esaltare il sapore dolce del caffè. Ho già bevuto nitro cold brew, quindi non sono rimasto sorpreso dal gusto. Ho pensato che fosse delicato con un pizzico di legno nel sapore. Come altre birre fredde alla nitro che ho avuto, ho pensato che fosse più facile con meno amarezza del caffè tipico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.