Simulatore antincendio: The Squad Review (PS5)

Combatti molte cose nei videogiochi: zombi, terroristi e quelle cose di melma blu stranamente eccitate dei videogiochi. Avventura del drago franchising. Tuttavia, il fuoco non è un nemico particolarmente comune. Certo, c’era Konami Vigili del fuoco FD18 su PS2 e versioni successive Ranger in fiamme sul SEGA Saturn, ma non è così popolare come ti aspetteresti. Simulatore antincendio: la squadra segue le orme Simulatore agricoloMa guardando l’argomento, è molto più intenso del ritaglio.

Non sorprende che sarai responsabile dello svolgimento di missioni di salvataggio sempre più difficili. L’intero gioco è ambientato in una sandbox di città fantasy ispirata agli Stati Uniti, dove sceglierai da un elenco in espansione di obiettivi di missione e scenderai da una stazione centrale dei vigili del fuoco. Puoi guidare l’autopompa antincendio, di cui ci sono diversi modelli con licenza ufficiale da sbloccare, e il tuo tempo di risposta veloce e pulito aumenterà i tuoi XP alla fine. Puoi scegliere di giocare al fianco di una squadra di vigili del fuoco IA, ma il gioco dà il meglio di sé in modalità cooperativa online, disponibile durante l’intera campagna.

Simulatore antincendio: The Squad Review - screenshot 2 di 2

Il gameplay sembra un po’ lento – si può dire che è impostato per PC prima che per console – ma ogni missione richiede un certo grado di strategia. Troverai spesso vittime prive di sensi nelle loro case e dovrai rimuoverle in sicurezza e portarle da un paramedico prima che le fiamme possano essere affrontate. Il fuoco si diffonde in modo organico e, sebbene possa sembrare un po’ opprimente farlo esplodere con getti d’acqua, dovrai pensare tatticamente all’approccio della tua squadra per riprendere il controllo della situazione. È sorprendentemente impegnativo: una delle prime missioni ci ha visto prendere MAI per spegnere un albero – non c’è da stupirsi che gli incendi siano così pericolosi!

READ  Benvenuti nella versione stradale della safety car di F1 di Aston

Il gioco adotta una vibrante presentazione in stile SEGA, con cieli azzurri e giardini lussureggianti. In quanto tale, in realtà trovi una giusta via di mezzo tra realismo e intrattenimento: ci sono molte missioni reali qui, abbastanza da farti sentire un legittimo pompiere, ma non sono impantanate dal nocciolo come tendono ad essere alcuni simulatori. Questo lo rende un’esperienza sorprendentemente rilassante, nonostante i salvataggi ad alto rischio offerti, ed è il tipo di campagna per cui potresti tornare, soprattutto se prevedi di giocare in cooperativa con un gruppo di amici.

La nostra unica grande critica è che le missioni, sebbene in qualche modo varie, tendono a rientrare in uno schema familiare, in cui spegni l’elettricità, pianifichi le vie di fuga per eventuali vittime e poi spegni le fiamme. I diversi design degli edifici conferiscono una certa autenticità da obiettivo a obiettivo, e ci sono alcune missioni più piccole come bruciare bancarelle di hot dog, ma sentirai il dolore della ripetizione dopo una dozzina di ore circa. E se hai intenzione di giocare da solo, anche se il volante è incluso, finirai per maledire i tuoi compagni di squadra IA.

conclusione

Firefighting Simulator: The Squad prende un concetto sottorappresentato e offre un’entusiasmante esperienza cooperativa. Nonostante il nome, il gioco non lo capisce anche È ricco di dettagli, il che rende il gameplay stranamente divertente e rilassante, nonostante gli intensi scenari offerti. Alcune scadenti IA e ripetizioni significano che non lo consiglieremmo da soli, ma è innegabilmente divertente con gli amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.