Rene Arnault critica Mattia Binotto per errori “imperdonabili” alla Ferrari

Mattia Binotto della Ferrari al Gran Premio di Abu Dhabi. Yas Marina, novembre 2022. Credito: Alamy

L’ex pilota della Ferrari Rene Arnault ha sconvolto il defunto capo squadra Mattia Binotto con errori che ha definito “imperdonabili”.

A Binotto restavano solo due giorni di lavoro Dopo essere stato annunciato a novembre Si dimetterà da presidente della squadra a Capodanno.

Lo ha fatto dopo una campagna turbolenta che ha visto la Ferrari passare da alti vincenti in due delle prime tre gare a bassi di diventare uno zimbello mentre un errore dopo l’altro li ha fatti cadere in entrambe le gare per il titolo.

L’uomo dell’Alfa Romeo Frederic Vasseur è ora incaricato di far rivivere le fortune della Ferrari, ma l’ex pilota del team si scaglia contro Binotto, sostenendo di non meritare il lavoro.

Arnoux ha trascorso tre stagioni alla Ferrari negli anni ’80 prima di trasferirsi all’Équipe Ligier e ha espresso i suoi pensieri sulle fortune moderne della sua ex squadra.

Ne parla a un quotidiano sportivo italiano Gazzetta dello SportArnoux ha detto che gli errori commessi da Binotto sono stati “imperdonabili”.

“Non mi è piaciuto vedere una Ferrari molto competitiva lasciarsi sfuggire il campionato perché siamo partiti bene, è vero che mancava l’affidabilità, ma abbiamo perso qualche Gran Premio quasi lo avessimo fatto apposta.

Errori è [Binotto] Realizzato per me in Formula 1 è imperdonabile. Non sono mai stato dalla parte di Binotto. La persona che dice “andrà meglio l’anno prossimo, andrà meglio l’anno prossimo”, non merita questo posto.

“Lo avrei licenziato tanti anni fa, l’ho detto tante volte. Comportamenti del genere sono insopportabili quando sei alla guida della squadra più bella del mondo”.

READ  Pierluigi Giulini ammette di essere 'molto felice' di andare al Tottenham in prestito dall'Atalanta

La partenza di Binotto segna la fine di un soggiorno di 27 anni con la Ferrari dopo che è entrato per la prima volta nella divisione motori nel 1995. Il suo ruolo più recente prima del team principal era quello di chief technical officer ed è stato accusato di cercare di fare troppo in una volta combinando la guida con coinvolgimento anche del team nella direzione tecnica.

“Unire i due ruoli è stato un errore”, ha detto Arnault. “Nella Formula 1 altamente specializzata di oggi, non puoi fare tutto.

“Wasser deve trovare le persone giuste, non devi sapere come fare un cambio o un motore. [Jean] A Todd non importava. Devi avere le persone competenti giuste al posto giusto. Quindi gestiscilo. Quando hai Ross Brawn come direttore tecnico e poi Rory Byrne e Paolo Martinelli, devi solo farli lavorare bene. Come ha fatto Todd e come dovrebbe fare Vasseur”.

Avendo incontrato Vasseur solo una manciata di volte, Arnault è stato attento nel prevedere come se la sarebbe cavata il 54enne francese nella sua nuova squadra.

“Non mi permetto di dire sì o no, perché lo conosco troppo poco”, ha detto Arnaud di Vasseur. “L’ho conosciuto, ci ho parlato. Ma non basta dire se è vero o no. Abbiamo visto i risultati che ottiene con una squadra di fascia media come l’Alfa. Ma gestire l’Alfa in Svizzera e gestire la Ferrari sono due cose completamente cose differenti.

“Ha sicuramente l’esperienza necessaria e spero che possa unire la squadra in termini di tecnologia e strategia, senza la quale non puoi vincere un mondiale.

READ  Simeon Nwankwo: un nigeriano esposto ad abusi razzisti sui social media

“Lo scorso anno il telaio e il motore c’erano, l’affidabilità no. Ma soprattutto abbiamo sbagliato troppe volte, troppe volte nella strategia e in questo c’è da fare una bella pulizia. tutto via. E trova qualcuno che può “.

Leggi di più: Lando Norris ha messo in guardia dal diventare il futuro compagno di squadra di Max Verstappen

Articolo Rene Arnault critica Mattia Binotto per errori “imperdonabili” alla Ferrari È apparso per la prima volta su Planetf1.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.