Recensioni false su Amazon: Amazon presenta denunce legali in Italia e Spagna contro broker di recensioni false

Il colosso statunitense dell’e-commerce Amazon ha dichiarato giovedì di aver presentato denunce legali in Italia e Spagna mentre intensifica gli sforzi a livello globale per chiudere i broker di recensioni fasulle.

Amazon ha sempre lottato con recensioni false o manipolate e il problema è solo peggiorato man mano che più persone si riversano sul suo sito per fare acquisti durante le chiusure del coronavirus.

Decine di migliaia di persone si sono unite a canali dedicati sul sito di messaggistica istantanea Telegram, dove broker anonimi registrano le persone per scrivere recensioni brillanti a cinque stelle di prodotti su Amazon per un premio in denaro.

“Continuiamo a migliorare i nostri controlli proattivi, innovando nuove tecnologie e apprendimento automatico per individuare i cattivi attori e trovando nuovi modi per ritenerli responsabili”, ha affermato in una nota Dharmesh Mehta, Vice President of Partner Services Selling di Amazon.

Nella sua prima denuncia penale in Europa, Amazon ha affermato di prendere di mira un “broker di alto profilo in Italia che vende recensioni false”, ma non ha nominato la persona.

Il rivenditore ha affermato che l’imputato affermava di aver costruito una rete di individui disposti ad acquistare prodotti sul suo sito e pubblicare recensioni a cinque stelle in cambio di un rimborso completo.

Scopri le storie che ti interessano



Le recensioni a quattro e cinque stelle possono aiutare con le vendite, soprattutto se i clienti le percepiscono come imparziali.

Amazon ha anche presentato una denuncia civile in Spagna contro Agencia Reviews, sostenendo che l’operatore con sede in Spagna stava rimborsando completamente i clienti dopo aver pubblicato una falsa recensione a 5 stelle.

Non è stato possibile raggiungere immediatamente l’Agenzia Recensioni per un commento.

READ  I lavori di ceramica di successo in Georgia celebrano 50 anni

Le mosse di Amazon in Europa si aggiungono a un numero crescente di cause intentate negli Stati Uniti.

La società ha anche affermato di aver inviato avvisi a cinque siti Web in Germania che indirizzavano i visitatori a un falso broker di recensioni, aggiungendo che da allora tutti avevano accettato di interrompere questa attività firmando una lettera di cessazione e desistenza.

tieniti informato tecnologia E il notizie di avvio Quello che conta. Sottoscrizione Alla nostra newsletter quotidiana per le ultime notizie di tecnologia da leggere, consegnate direttamente nella tua casella di posta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.