Rapporto sul raccolto della contea di Tulare per la settimana terminata il 25 giugno

Grani piccoli e altre colture da campo
Gli agricoltori spargono fertilizzanti e arano i loro campi in preparazione per la semina estiva. Gli agricoltori utilizzano sistemi di irrigazione per mantenere condizioni umide del suolo per supportare la crescita delle colture a file durante il clima caldo e secco. I campi di grano producono più foglie e sono nella prima fase vegetativa. I campi di cotone mostrano una buona crescita.

Frutti dell’albero distillati, noci e uva
Continua la raccolta di albicocche, pesche, susine e nettarine. Le coperture riflettenti sono posizionate per migliorare il colore del nocciolo del frutto. Le temperature più elevate hanno accelerato la maturazione dei frutti del torsolo, in particolare le pesche. Le pesche e le nettarine vengono esportate in Thailandia, Filippine, Australia, Brasile, Canada, Taiwan e Messico. Le prugne vengono esportate in Brasile e Taiwan. L’uva continua a svilupparsi e ad aumentare le dimensioni degli acini. I lavoratori del campo continuano a potare e legare l’uva. Al mattino si svolgono più attività sul campo che al pomeriggio a causa delle giornate estremamente calde. Il caldo ha causato danni simili a scottature ai frutti e alle foglie nei frutteti di noci. Kiwi e melograno continuano a svilupparsi. Le noci vengono esportate in Grecia, Marocco e Turchia. I pistacchi vengono esportati in Messico, Belgio, Germania, Paesi Bassi, Svizzera, Lussemburgo, Italia, Taiwan, Francia, Spagna, Malesia, Polonia, Marocco, Unione Europea, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, India, Israele, Giappone, Egitto e Turchia Australia, Hong Kong, Norvegia e Cina. Le mandorle vengono esportate in India, Paesi Bassi, Svezia, Giappone, Emirati Arabi Uniti, Corea, Afghanistan, Colombia, Germania, Belgio, Repubblica Dominicana, Vietnam, Filippine e Taiwan. Le noci pecan vengono esportate in Medio Oriente, Nuova Zelanda, Regno Unito e Italia.

READ  Un monumento al servizio civile italiano dedicato a Romford

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.