Rafael Nadal ignora la regina dopo aver rifiutato un raro invito del re | reale | Notizia

Rafael Nadal è emerso vittorioso dopo la sua battaglia nei quarti di finale con l’americano Taylor Fritz a Wimbledon. Lo spagnolo ha battuto lunedì l’olandese Boptic van de Zandschulp. Avanzerà ora alle semifinali, dove affronterà l’australiano Nick Kyrgios, avvicinandolo di un passo alla sua terza vittoria a Wimbledon e al suo 23esimo titolo di singolare maschile.

Nadal non partecipa al torneo SW19 dal 2019 dopo aver subito un infortunio al piede ricorrente per il quale ha ricevuto un trattamento speciale prima di partecipare al torneo di Wimbledon di quest’anno.

Attualmente classificato quarto nel mondo, Nadal si è guadagnato il suo posto nella Tennis Hall of Fame.

E sembra che il 36enne abbia dovuto fare dei sacrifici per raggiungere questo successo, incluso rifiutare un raro invito della regina Elisabetta II.

Nel 2010, Nadal ha ammesso di aver rifiutato l’opportunità di incontrare la regina perché voleva concentrarsi sul suo secondo turno a Wimbledon.

LEGGI DI PIÙ: Gli ospiti seguono regole rigorose nel lussuoso ed esclusivo Wimbledon Royal Box

È stato invitato a trascorrere del tempo con Sua Maestà durante la sua rara visita all’All England Club.

La regina ha mostrato scarso interesse per il tennis, avendo partecipato a Wimbledon solo quattro volte, occasione che ha segnato la sua quarta e ultima visita al club – e anche la prima volta dal 1977.

Nonostante l’opportunità irripetibile, Nadal ha deciso che era troppo rischioso interrompere la sua routine pre-partita prima di un combattimento con l’olandese Robin Haas.

Era preoccupato che gli restasse poco tempo per prepararsi alla resa dei conti – che doveva essere l’ultima partita della giornata – se avesse incontrato il monarca e giocato le partite.

READ  Una terrificante "Porta dell'Inferno" larga 75 piedi si apre in un lago, lasciando le persone confuse

“Dovevo allenarmi in quel momento, quindi era impossibile per me incontrarla in quel momento”.

La star del tennis aveva sperato che la regina restasse a guardare la sua partita, ma il re, 86 anni, se ne andò dopo aver assistito alla vittoria della Gran Bretagna Andy Murray.

Nadal ha detto: “Seriamente, pensavo che la regina sarebbe stata nella mia partita e spero di avere l’opportunità di incontrarla dopo la partita. Ma non è stato possibile perché penso che la regina se ne sia andata prima.

“Per me è stata una delusione. Ero entusiasta di conoscerla, ma anche per me è stata una partita molto importante”.

Era fermamente convinto che la sua assenza all’ora di pranzo non fosse una mancanza di rispetto per la regina poiché doveva “fare ciò che penso sia meglio per vincere la partita”.

Sembrava prendere la decisione giusta, poiché lo spagnolo è uscito dalla sua lotta con Robin Haas vittorioso.

Poi Nadal ha brillato nel terzo e quarto round battendo il tedesco Philip Bechner e il francese Paul-Henri Mathieu.

Si è guadagnato un posto in semifinale quando ha vinto la partita dei quarti di finale contro lo svedese Robin Soderling e ha raggiunto la finale dopo aver sconfitto Andy Murray.

Giorni dopo, Nadal è tornato a casa con la sua seconda vittoria a Wimbledon quando ha sconfitto il ceco Tomas Berdych 6-3, 7-5, 6-4 in finale.

Ora che giocherà le semifinali del torneo di quest’anno, probabilmente giocherà contro Kate, la duchessa di Cambridge, che ha assunto il ruolo di patron reale dell’All England Club nel 2016.

READ  La donna muore dopo essere "scivolata fuori dal sedile" ed essere caduta a 26 piedi dalle montagne russe | notizie dal mondo

La duchessa è un’appassionata tennista e sostenitrice, ed è spesso avvistata al Royal Box nel Centre Court.

Martedì, lei e il marito, il principe William, hanno fatto il loro debutto nel torneo per vedere Cameron Norrie rafforzare la speranza di una vittoria britannica.

In qualità di Royal Patron, Kate dovrebbe consegnare i premi ai vincitori durante il fine settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.