Questo è intrattenimento? Che piaccia o no, Kyrgios non vede l’ora di vincere il titolo di Wimbledon

Roger Federer lo ha definito un “pagliaccio”, Rafael Nadal una volta lo ha accusato di mancanza di rispetto, e in un memorabile sabato sera a Wimbledon, Stefanos Tsitsipas lo ha definito un “cattivo” e un “bullo”.

Lo ami o lo odi, Nick Kyrgios è vicino a diventare il campione di Wimbledon più controverso di tutti i tempi.

Il 27enne australiano ha raggiunto gli ottavi di finale dopo un burrascoso incontro contro Tsitsipas, dove il primo campo solitamente blando di Wimbledon ha visto l’equivalente tennistico di una rissa di strada.

Entrambi i giocatori hanno raccolto violazioni del codice.

Kyrgios ha chiesto di abbandonare la Grecia per tirare la palla tra la folla. Ad un certo punto, si è rifiutato di giocare.

Tsitsipas ha ammesso di aver deliberatamente cercato di colpire l’australiano con la palla per chiudere il “circo”.

Il greco è caduto nella trappola di Kyrgios, battendo le palpebre prima e tre ore e 17 minuti dopo, era fuori dal torneo.

Per Kyrgios, è stato un altro grande scalpo. Che si tratti di comportamenti strani, parlare e lamentarsi costantemente, tattici o meno, le sue statistiche sono impressionanti.

Ha un record di vittorie contro quattro dei primi cinque del mondo.

Terza testa di serie Novak Djokovic, potenziale avversario finale a Wimbledon, ha perso entrambe le volte in cui ha affrontato l’australiano. Il serbo non ha nemmeno chiesto un set.

Contro il numero uno del mondo Daniil Medvedev, il bilancio di Kyrgios è di due vittorie e una sconfitta.

Kyrgios è in vantaggio per 4-3 davanti al secondo classificato Alexander Zverev e dopo sabato si trova sul 4-1 nella sua battaglia con il numero cinque del mondo Tsitsipas.

READ  Come potrebbe apparire Nicolò Parilla nel centrocampo del Liverpool con obiettivo di trasferimento descritto come "giocatore perfetto" per il club della Premier League dopo essere stato paragonato alla stella del Chelsea N'Golo Kante

È interessante notare che Nadal e Federer hanno numeri impressionanti.

-braccio d’oro –

Il numero quattro del mondo Nadal, che potrebbe essere un contendente alla semifinale, ha vinto sei delle sue nove partite contro il volatile australiano.

Federer era a malapena irrequieto, avendo un vantaggio di 6-1.

Kyrgios è entrato in scena nel 2014 quando ha sbalordito Nadal a Wimbledon nonostante la sua mediocre 144a classifica.

Ha segnato 30 ace e 77 vincitori per raggiungere i quarti di finale.

Un giornale lo ha descritto come l’uomo dal “braccio d’oro”. “Penso che abbiamo trovato il prossimo ragazzo nel gioco maschile”, ha detto la leggenda americana John McEnroe.

Da allora, la storia di Kyrgios è stata un misto di potenziale non realizzato, polemiche e multe giudiziarie.

Una volta è stato penalizzato per aver fatto un commento osceno alla fidanzata del tre volte vincitore Stan Wawrinka.

Un’altra multa è arrivata dopo essere stato accusato di non aver fatto alcuno sforzo a Shanghai nel 2016.

Agli Open d’Italia 2019, ha lanciato una sedia in campo durante uno sfogo furioso.

Tre anni fa, è stato multato di $ 25.000 e sospeso per 16 settimane dopo aver fatto esplodere carnivori e aver distrutto un racket a Cincinnati.

Ha poi aggravato le accuse, accusandolo di “corruzione”.

In un’intervista il mese scorso, ha stimato che la sua multa professionale fosse di circa $ 550.000.

Dopo il primo round a Wimbledon di martedì, è stato peggio di $ 10.000 per aver chiamato il giudice un “boccino” e aver ammesso di aver sputato nella direzione dei fan.

Kyrgios afferma di non ottenere il rispetto che merita e di aver creato una personalità combattiva in tutte e tre le sue conferenze stampa post-partita a Wimbledon finora.

READ  L'emittente si scusa per le immagini offensive olimpiche durante la cerimonia di apertura

Indossando una foto del ragazzaccio della NBA Dennis Rodman nella sua felpa, ha risposto alle accuse di Tsitsipas affermando che il greco era “troppo magro”.

ha detto Kyrgios, che insiste sul fatto di essere uno dei giocatori più famosi negli spogliatoi.

Kyrgios può sembrare che abbia un complesso paranoico, ma è entusiasta di essere a Wimbledon.

Ha sparato 68 ace in tre round, ha perso solo due volte e ha sparato il terzo più veloce del torneo.

Il prossimo è l’esatto opposto, Brendon Nakashima degli Stati Uniti che è in acque inesplorate negli ottavi del Grande Slam.

Nel suo profilo ATP, Nakashima descrive i suoi tratti peggiori come “timidi”, non certo un difetto della personalità di Kyrgios.

Vincere o perdere lunedì, Kyrgios insiste che rimarrà il suo uomo.

“Dovrebbero guardarmi giocare il quarto round a Wimbledon. Ho ricevuto un buon stipendio anche questa settimana, quindi non mi interessa davvero cosa pensano”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.