Questa foto pluripremiata cattura la scena orribile di una stella marina che brulica per nutrirsi

Un fotografo pluripremiato ha catturato questo triste momento in cui dozzine di colorate stelle marine hanno iniziato a divorare un leone marino senza vita sul fondo del mare in California.

Il fotografo naturalista David Slater ha catturato questa foto straziante nelle acque poco profonde della baia di Monterey. Il leone marino morto e la sua prole che nuota sullo sfondo sono probabilmente leoni marini della California (Zalophus californiano), ma possono anche essere leoni marini di Steller (Eumetopie jubatus), in base all’area geografica delle due specie.

Le stelle marine sono tutte stelle pipistrello (Patria Miniata) e lentiggini di stelle marine disponibili in un’ampia gamma di colori. I pipistrelli stellari svolgono un ruolo chiave nel riciclare i leoni marini in energia e sostanze nutritive e nel restituire i loro resti alla rete alimentare marina.

L’immagine spettrale ha recentemente vinto il primo posto nella categoria “Vita acquatica” alla California Academy of Sciences Grande concorso per immagini.

Foto premiata. (David Slater)

“Sapevo che questa foto era speciale quando l’ho pubblicata per la prima volta, ma le parole non possono nemmeno descrivere come mi sono sentito a prendere il primo posto in una competizione così prestigiosa”, ha scritto Slater. Instagram. Ha aggiunto che l’immagine mostra che “la bellezza e l’avventura si trovano in luoghi inaspettati”.

Imparentato: Nessuno sa perché i leoni marini senza testa continuano ad apparire sull’isola di Vancouver

Non è chiaro come sia morto il leone marino nella foto. Potrebbe essere morto per cause naturali o essere stato ucciso da fattori umani, come la collisione di una nave, l’ingestione di plastica o groviglio negli attrezzi da pesca.

READ  Pioggia di meteoriti Geminidi: cosa ne sai?

Tuttavia, il numero di leoni marini della California sta aumentando notevolmente di dimensioni e negli Stati Uniti è stato elencato come “Less Concern”. Lista rossa delle specie minacciate dell’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN)..

Le stelle dei pipistrelli prendono il nome dalla cintura che cresce tra le loro braccia, che ricorda le ali di un pipistrello. Le stelle marine di solito hanno cinque braccia ma possono averne fino a nove e gli animali crescono fino a raggiungere una lunghezza di 8 pollici (20 cm), secondo il Acquario della baia di Monterey.

Sono stati documentati in una gamma di colori, ma i più comuni sono il rosso, l’arancione, il giallo, il marrone, il verde o il viola.

Le stelle dei pipistrelli hanno “macchie oculari” sensibili alla luce all’estremità di ogni braccio e le cellule olfattive sotto le loro braccia consentono loro di “assaporare” le sostanze chimiche lasciate da piccoli invertebrati o cadaveri nell’acqua.

Quando le stelle dei pipistrelli trovano cibo, spingono uno dei loro stomaci attraverso la bocca e rilasciano enzimi digestivi per scomporre il loro pasto prima di mangiarlo, secondo il Monterey Bay Aquarium.

Queste stelle contengono anche piccoli vermi simbionti che vivono nelle scanalature sul lato inferiore dei corpi delle stelle e si nutrono degli scarti lasciati dai loro ospiti. Una singola stella pipistrello può supportare fino a 20 di questi vermi, quindi nella nuova foto potrebbero esserci più di 100 vermi impegnati a digerire parti di un leone marino.

Come spazzini, le stelle dei pipistrelli e i vermi svolgono un ruolo importante in questo ecosistema oceanico riciclando nutrienti ed energia dalla parte superiore della catena alimentare verso il basso.

READ  L'innesco che fa autodistruggere la madre del polpo

“Anche se questa scena sembra triste, stai certo che il leone marino sta restituendo alla comunità con cui nuotava una volta”, hanno scritto gli organizzatori della competizione sul sito web di Big Picture.

“Quando le stelle dei pipistrelli sono piene, qualsiasi numero di creature grandi e piccole farà il trucco. [also] Essere in grado di trarre energia e riparo da ciò che è rimasto indietro negli anni a venire”.

Tuttavia, le stelle dei pipistrelli potrebbero essere minacciate Cambiamento climatico. L’aumento delle temperature oceaniche ha contribuito a diffondere una nuova malattia nota come sindrome dei rifiuti delle stelle marine, che è apparsa per la prima volta in Alaska nel 2013.

Si ritiene che la malattia sia causata da un germe e porta a torsione anormale delle braccia, lesioni bianche, contratture delle braccia e del corpo, perdita del braccio e disintegrazione del corpo, che è quasi sempre fatale, secondo Servizio del Parco Nazionale.

I pipistrelli stellari sono una specie nota per essere a rischio di questa malattia, secondo il Monterey Bay Aquarium.

Contenuto relativo:

Una foto straordinaria che cattura il momento in cui una balena l’ha quasi inghiottita da un leone marino

SpongeBob e Patrick realistici trovati fianco a fianco in fondo al mare. Ma potrebbero non andare d’accordo.

Questa creatura di 480 milioni di anni è l’antenato di ogni stella marina

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da scienze vive. Leggi il L’articolo originale è qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.