Quello di Starmer. Cosa aspettarsi dalle relazioni Regno Unito-Italia

I legami bilaterali rimangono forti nonostante le differenze ideologiche tra il nuovo primo ministro britannico e il suo rivale Mellon. L’accordo bilaterale del 2023 e il piano per il jet di prossima generazione forniscono una solida base per una cooperazione continua.

Ben fatto. Il Primo Ministro italiano Giorgia Meloni si è congratulato oggi con il nuovo Primo Ministro britannico, Keir Starmer, in seguito alla vittoria del partito laburista alle elezioni generali del Regno Unito.

  • “Lo stato delle relazioni tra Italia e Regno Unito è eccellente e sono fiduciosa che continueremo a sviluppare un partenariato forte e affidabile tra i nostri grandi Paesi, nell'interesse dei nostri cittadini e in linea con i nostri obiettivi strategici condivisi”, ha disse.
  • Maloney ha salutato l'ex primo ministro Rishi Sunak e ha riconosciuto “l'intensa cooperazione e l'amicizia sincera che hanno rafforzato i legami tra i nostri due Paesi”.

Spero di continuare la cooperazione. L'ex ambasciatore italiano nel Regno Unito Pasquale Terracciano condivide approfondimenti sulle dinamiche in evoluzione tra Italia e Regno Unito con il nostro sito web gemello.

  • Riflettendo le differenze ideologiche tra Maloney e Starmer, ha sottolineato la possibilità di una cooperazione continua.
  • “Anche se tra Meloni e Sunak non si è sviluppata una forte intesa, esiste una tradizione di rapporti solidi e coesi. Il rapporto bilaterale rimarrà positivo anche senza questo livello di comprensione ideologica tra i leader”, ha affermato Terraziano.
  • Una settimana dopo, l’obiettivo sarà trovare un terreno comune mentre i due leader si preparano per gli incontri bilaterali al vertice della NATO a Washington DC la prossima settimana e all’incontro della Comunità politica europea a Woodstock, nel Regno Unito, la prossima settimana. Aree di reciproco interesse.
READ  I turisti saranno presto a pagamento per entrare nel sito culturale più visitato d'Italia

Rafforzare le relazioni bilaterali. Al centro di questa collaborazione c’è il Memorandum d’Intesa per la Cooperazione Bilaterale firmato nell’aprile 2023 tra Italia e Regno Unito.

  • Il documento delinea diverse aree chiave di partenariato, inclusa l’istituzione di incontri annuali 2+2 sugli affari esteri e la difesa a livello ministeriale e di alti funzionari.
  • Il protocollo d’intesa sottolinea gli sforzi congiunti nella sicurezza globale, nello sviluppo economico, nel cambiamento climatico e nello scambio culturale. Evidenzia l’impegno dell’Italia e del Regno Unito nel migliorare le relazioni finanziarie e la cooperazione nel settore privato.
    • Ciò include discussioni sulla promozione delle esportazioni e degli investimenti, consolidando ulteriormente i legami economici che storicamente hanno avvantaggiato entrambi i paesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *