Quattro potenti esplosioni fanno tremare un importante aeroporto militare in Crimea

SIl capo del servizio di intelligence britannico GCHQ ha affermato che gli Stati Uniti non sono riusciti a ottenere guadagni nel cyberspazio contro l’Ucraina quasi sei mesi dopo aver invaso il paese.

In un articolo di opinione per The Economist, Jeremy Fleming, capo dell’intelligence, ha scritto che entrambi i paesi stanno usando le loro capacità informatiche nella guerra in Ucraina.

“Finora, il presidente Putin ha completamente perso la guerra dell’informazione in Ucraina e in Occidente. E sebbene questo sia motivo di festa, non dovremmo sottovalutare l’impatto della disinformazione russa in altre parti del mondo”, ha scritto Fleming.

“Proprio come con la sua invasione della Terra, i piani online iniziali della Russia sembrano essere falliti. L’uso da parte del Paese di strumenti informatici offensivi è stato irresponsabile e indiscriminato”.

Fleming ha affermato che la Russia ha implementato il programma dannoso WhisperGate per distruggere e screditare i sistemi del governo ucraino.

Ha anche affermato che la Russia ha utilizzato le stesse prove in precedenza sulla Siria e sui Balcani e ha affermato che la disinformazione online è una parte fondamentale della strategia russa. Tuttavia, GCHQ è stato in grado di intercettare ed emettere avvisi in modo tempestivo, ha affermato.

Senza entrare troppo nei dettagli, Fleming ha affermato che la cyber force nazionale del Regno Unito potrebbe contrattaccare contro la Russia schierando un’unità militare britannica utilizzando strumenti informatici offensivi.

READ  Gli Emirati Arabi Uniti si offrono di svolgere un ruolo nei colloqui di pace israelo-palestinesi | Israele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.