Putin incontra l’élite imprenditoriale italiana per andare avanti nonostante l’Ucraina

MILANO, 25 gen. (Reuters) – Si terrà mercoledì l’incontro tra il presidente russo Vladimir Putin ei vertici di alcune delle principali aziende italiane per rafforzare i rapporti commerciali tra i due Paesi nonostante le crescenti tensioni sull’Ucraina.

L’incontro, originariamente previsto per novembre, si svolgerà in collegamento video e vedrà la partecipazione dei top manager di aziende come la società elettrica Enel e l’istituto di credito UniCredit (CRDI.MI), secondo fonti che avevano visto l’elenco.

“L’Italia è uno dei principali esportatori verso la Russia e l’idea è quella di stimolare il dialogo tra le parti”, ha detto uno degli organizzatori, a conferma dell’evento.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

L’incontro arriva mentre i leader occidentali intensificano i preparativi per qualsiasi azione militare russa contro l’Ucraina.

Gli Stati Uniti e l’Unione Europea hanno minacciato sanzioni economiche in caso di invasione da parte di Mosca e i leader occidentali affermano che l’unità è fondamentale, sebbene siano emerse differenze sul modo migliore per rispondere. Per saperne di più

Il primo ministro italiano Mario Draghi ha precedentemente affermato che l’UE ha poca influenza con la Russia sull’Ucraina, ma ha bisogno di continuare a parlare con Putin per calmare le tensioni. Per saperne di più

L’incontro di mercoledì, che ha coinvolto da 20 a 25 aziende, è stato organizzato dalla Camera di commercio Italia-Russia (CCIR) e dal comitato affari italo-russo presieduto da Marco Tronchetti Provera, capo del gruppo pneumatici Pirelli (PIRC.MI).

In una dichiarazione di gennaio 17 nell’annuncio dell’incontro, il CCIR Vincenzo Trani ha messo in guardia dalla retorica anti-russa in questo particolare momento presidenziale. “Per noi è fondamentale stimolare il dialogo economico-imprenditoriale tra Italia e Russia”.

READ  I lavoratori di Amazon in Italia chiedono il primo sciopero a livello aziendale il 22 marzo | Reuters | Attività commerciale

Tra le altre aziende italiane partecipanti all’incontro ci sono Saipem, Maire Tecnimont (MTCM.MI), Barilla e Generali (GASI.MI), secondo le fonti, aggiungendo che molte aziende sarebbero rappresentate dai loro presidenti.

Nella lista c’era il gruppo energetico Eni, ma martedì un portavoce ha detto “Eni non parteciperà alla riunione”.

L’energia dovrebbe essere una delle questioni principali all’ordine del giorno in un momento in cui l’aumento dei prezzi del gas naturale ha gonfiato le bollette energetiche per le imprese e le famiglie. La Russia fornisce all’UE circa un terzo del suo gas.

È probabile che un’escalation del conflitto tra Russia e Ucraina aumenterà ulteriormente i costi energetici per molti paesi.

L’Italia è stato il quinto partner commerciale della Russia nel 2020. Nei primi nove mesi dello scorso anno, il commercio tra i due paesi è aumentato del 44% su base annua.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Reporting di Stephen Jewkes Montaggio di Mark Heinrich e Bill Berkrot

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.