Primarie del New Hampshire in diretta: Donald Trump e Nikki Haley si affrontano

Didascalia foto: Julianne Pagliarulo, nativa del New Hampshire, si prepara a votare

Eccomi a Nashua, nel sud dello stato, dove la città ha trasformato l'auditorium di una scuola elementare in un seggio elettorale. I tavoli per il pranzo sono stati spostati da parte per fare spazio alle macchine per il voto, e un disegno della mascotte della scuola, una lince rossa, condivide il muro con un disegno “segno di registrazione per votare” della mascotte della scuola.

Gli elettori provenienti da tutto lo spettro politico sono arrivati ​​costantemente per tutta la mattinata.

Julie Ann Pagliarulo, 64 anni, era determinata a votare per Donald Trump.

“Ho creduto in tutto ciò in cui credeva e mi sono identificata con tutto ciò che voleva fare per il nostro Paese”, ha detto. Ha detto che limitare l’aborto e l’immigrazione e sostenere i membri dell’esercito americano sono le cose più importanti per lei. A preoccuparla erano anche i costi crescenti del riscaldamento e della benzina.

Pur sapendo che “può essere un po' cattivo”, rispetta la sua disponibilità a prendere “decisioni importanti”.

Bob Shevell voleva un candidato diverso per vincere le primarie repubblicane. Sosteneva Nikki Haley perché “non mi piace Trump. Questa è la base.”

Haley “era un governatore e un ambasciatore. “È molto acuto.”

E Henry Zalman, 65 anni, non voleva nessuno dei due. È un convinto democratico e scriverà nel suo voto per il presidente Joe Biden “perché non è Trump e perché sta facendo un buon lavoro”.

Biden ha fatto un buon lavoro nel mantenere in vita l’economia anche se la gente parla di un disastro. non è.”

READ  Il Sudafrica respinge le accuse statunitensi di spedizione di armi alla Russia | Notizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *