Presidente sudcoreano accusato di evitare Nancy Pelosi nel tentativo di placare la Cina | Corea del Sud

presidente della Corea del Sud Yoon Seok Yeolè stato accusato di cercare di placare la Cina evitando Nancy Pelosiil giorno dopo essere diventata il funzionario statunitense più anziano a visitare Taiwan per un quarto di secolo e ha provocato una reazione rabbiosa da parte di Pechino.

I media sudcoreani hanno detto che Yoon, un conservatore entrato in carica a maggio, parlerà con Pelosi al telefono ma non la incontrerà di persona durante la sua visita a Seoul giovedì.

Secondo quanto riferito, Yoon aveva pianificato una vacanza estiva molto prima che il presidente della Camera degli Stati Uniti decidesse di visitare la regione, che includeva a Stop controverso a Taiwan Mercoledì ha minacciato ritorsioni dalla Cina. Il leader sudcoreano sarebbe a Seoul.

Pechino che è considerata Taiwan Parte del territorio cinese, giovedì sono iniziati quattro giorni di esercitazioni a fuoco vivo “senza precedenti” in sei località che circondano l’isola, in una dimostrazione di forza progettata per incanalare la sua ira su Washington e Taipei.

Convocò anche l’ambasciatore degli Stati Uniti a Pechino e vietò l’importazione di migliaia di generi alimentari Taiwan.

I critici hanno accusato Yoon di evitare Pelosi per evitare l’ostilità Cina, il più grande partner commerciale della Corea del Sud. TBS della Corea del Sud ha citato un funzionario presidenziale della Casa Blu che ha negato che la Cina sia stata un fattore nella decisione di Yun di non incontrare Pelosi, poiché il suo itinerario è stato finalizzato prima dell’annuncio della sua visita.

Quando ha fatto l’ultima visita Pelosi? Corea del SudNel 2015 ha incontrato l’allora presidente, Park Geun-hye, e l’allora ministro degli Esteri, Yun Byung-se.

Kim Hyung-kyu, direttore dell’Istituto per la politica USA-Cina presso l’Università di Ajo, ha detto al Korea Times. La Pelosi è la politica numero tre negli Stati Uniti, e se così fosse stato in passato il presidente o il segretario di Stato avrebbero provato a parlarle, ma credo che questa volta il governo sembra aver deciso di non politicizzare eccessivamente la emettere e inimicarsi inutilmente la Cina”.

Pelosi ha incontrato il presidente taiwanese Tsai Ing-wen e dovrebbe tenere colloqui con il primo ministro giapponese Fumio Kishida a Tokyo venerdì. La Pelosi ha detto mercoledì che la sua visita a Taiwan ha reso “inequivocabilmente” che gli Stati Uniti “non rinunceranno” al loro alleato democratico.

A Seoul, avrebbe dovuto incontrare il suo omologo sudcoreano, il presidente dell’Assemblea nazionale Kim Jin-pyo e membri del governo e dei principali partiti di opposizione.

Secondo i rapporti, Pelosi e Kim avrebbero rilasciato una dichiarazione congiunta che riassume le loro discussioni sulla Corea del Nord e sulla sicurezza regionale, ma non avrebbero risposto alle domande dei giornalisti.

Pelosi prevede anche di visitare il villaggio di tregua di Panmunjom situato lungo il confine pesantemente armato tra la Corea del Sud e quella del Nord.

Un possibile incontro con il ministro degli Esteri sudcoreano, Park Jin, è stato escluso dopo essere partito per la Cambogia mercoledì all’inizio della riunione dell’ASEAN.

A Tokyo, Pelosi e Kishida dovrebbero ribadire il loro impegno nei confronti degli Stati Uniti-Giappone Cooperazione per garantire una regione indo-pacifica “libera e aperta” in mezzo all’aumento dell’attività militare cinese nel sud e Mar Cinese Orientale.

READ  Il Manchester United potrebbe confermare altri tre accordi questa settimana dopo Malacia | calcio | gli sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.