Pakistan e Italia concordano di compiere sforzi congiunti per combattere il traffico di droga – Pakistan

Mercoledì il Pakistan e l’Italia hanno concordato un piano d’azione coordinato ed efficace per combattere gli immigrati clandestini e il traffico di esseri umani, secondo Bloomberg News. Radio Pakistan.

La decisione è arrivata durante un incontro a Roma tra il ministro dell'Interno Mohsin Naqvi e il suo omologo italiano Matteo Piantidosi. All'incontro era presente anche il ministro per i pakistani d'oltremare Chaudhry Salik Hussain.

Il Centro nazionale per i diritti umani lancia un rapporto sull'immigrazione clandestina dal Pakistan

Le due parti hanno inoltre concordato di intraprendere sforzi congiunti per combattere il traffico di droga.

Il ministro dell'Interno Mohsin Naqvi ha affermato che sono state adottate misure a tutti i livelli per fermare l'ingresso illegale di pakistani in Italia e combattere il traffico di droga.

Lui ha sottolineato che è stata adottata una politica di tolleranza zero contro il traffico di esseri umani e la mafia della droga.

Il Primo Ministro elogia la Marina per aver portato a termine con successo un'operazione antidroga

Nel suo intervento, Chaudhry Salik Hussain ha affermato che l'Italia può trarre grandi benefici dalla forza lavoro qualificata del Pakistan. Egli ha sottolineato che il completamento anticipato dell'accordo sulla forza lavoro qualificata scoraggerebbe l'immigrazione clandestina.

Il Ministro dell'Interno italiano ha affermato che il suo Paese coopererà con il Pakistan su questioni relative alla sicurezza delle frontiere e al traffico di esseri umani e di droga.

READ  Euro 2020: alcune scuole consentono ai bambini di iniziare la partita in ritardo lunedì dopo la finale dell'Inghilterra contro l'Italia, tra le chiamate per un giorno festivo | Notizie dal Regno Unito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *