Nuovo virus ibrido scoperto come influenza e RSV si fondono in un unico agente patogeno: ScienceAlert

I ricercatori ne hanno visti due Virus Influenza A e sinciziale respiratorio virus – Fondi insieme per formare un ibrido virus.

Sebbene la competizione tra virus sia stata studiata in dettaglio, questa nuova scoperta fornisce ai ricercatori un esempio insolito di un virus che utilizza un altro per i propri benefici.

“Questo tipo di virus ibrido non è mai stato descritto prima”, il virologo e autore senior Pablo Murcia Raccontare Guardiano. “Stiamo parlando di virus di due famiglie completamente diverse che si fondono insieme ai genomi e alle proteine ​​​​esogene di entrambi i virus. È un nuovo tipo di patogeno virale”.

Il virus ibrido assomiglia al piede di un geco al microscopio, con il virus respiratorio sinciziale (RSV) che forma le gambe e il virus dell’influenza A che forma le dita dei piedi.

È stato scoperto durante un esperimento di laboratorio progettato per analizzare le interazioni tra i virus durante l’infezione per comprendere meglio i risultati clinici, il comportamento e la trasmissione dei patogeni.

Le cellule polmonari umane sono state esposte a entrambi i virus, nonché a ciascun virus separatamente come gruppo di controllo. Una varietà di tecniche di microscopia ha poi rivelato strutture filamentose compatibili con la miscela di particelle virali.

Quando questi due virus si combinano, l’influenza A sembra infettare un numero maggiore e una gamma più ampia di cellule umane. È stato scoperto che le particelle di influenza A eludono il sistema immunitario mostrando le proteine ​​di superficie dell’RSV, dando al virus un vantaggio in termini di sopravvivenza.

L’ibrido si è diffuso anche nelle cellule prive del recettore dell’influenza, che potrebbe consentire all’influenza A di viaggiare lungo il tratto respiratorio fino ai polmoni e portare a infezioni più gravi.

READ  Il Marion Popcorn Festival annuncia il palcoscenico principale dell'intrattenimento per quest'anno

Sfortunatamente per RSV, questa fusione non è tanto, in quanto la presenza dell’influenza A riduce significativamente la sua capacità di replicarsi.

L’esperimento è stato limitato a un ambiente di laboratorio, che “non può catturare l’intera complessità spaziale e fisiologica dell’intero tratto respiratorio”, hanno affermato i ricercatori. Dire.

Tuttavia, la migliore forma fisica dell’influenza quando combinata in un virus ibrido suggerisce che un tale furto sfacciato del kit di strumenti di un altro virus può svolgere un ruolo nel virus. Polmonite.

“L’RSV tende a scendere nei polmoni rispetto al virus dell’influenza stagionale ed è più probabile che tu abbia una malattia più grave con l’aumento dell’infezione”, Dice Dr. Stephen Griffin, virologo in L’Università di Leeds, che non è stata coinvolta nello studio.

“È un altro motivo per evitare di contrarre più virus, perché questo [hybridisation] È più probabile che accada se non prendiamo precauzioni per proteggere la nostra salute”. Dice.

L’influenza A da sola causa più di 5 milioni di ricoveri ogni anno, mentre il virus respiratorio sinciziale è la causa più comune di infezione acuta del tratto respiratorio inferiore nei neonati, con infezione prevalente più tardi nella vita.

Lo studio solleva “domande sulle regole di base che governano l’assemblaggio virale” e potrebbero esserci altri virus ibridi ancora da scoprire, hanno affermato i ricercatori. Tipo.

“I virus respiratori esistono come parte di una comunità di molti virus che prendono di mira tutti la stessa area del corpo, come un ambiente favorevole”, Dice La virologa e autrice principale Joanne Haney.

“Dobbiamo capire come si verificano queste infezioni nel contesto l’una dell’altra per avere un quadro più completo della biologia di ogni singolo virus”.

READ  La sonda lunare cinese Chang'e 5 ha scoperto la prima prova in situ di acqua sulla Luna

Questo documento è stato pubblicato in Microbiologia della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.