Novak Djokovic: l’Italia affronta una battuta d’arresto poiché i giocatori serbi possono giocare senza vaccino

La decisione di consentire a Novak Djokovic di giocare agli Open d’Italia ha scatenato “dozzine di email al giorno” di genitori insoddisfatti sul doppio standard.

La scorsa settimana un funzionario del governo ha suggerito che a maggio Djokovic possa giocare su un campo in terra battuta a Roma senza essere vaccinato.

Poiché il tennis è uno “sport all’aria aperta” e non è previsto un ordine di vaccino a maggio, la 20 volte campionessa del Grande Slam non potrà competere – anche in caso contrario, Valentina Vesali, vicesegretaria di stato del paese, ha descritto il tennis come uno “sport all’aria aperta”. In Italia le persone non vaccinate possono entrare in un hotel o ristorante secondo le regole del governo.

Il verdetto è stato subito criticato da molti italiani, con gli utenti di Twitter che lo hanno definito “ipocrita” e “vergognoso”.

Giovanni Malago, capo del Comitato Olimpico Italiano, ha ora espresso il livello di critica e si è detto di ritenere “non giusto” permettere al serbo di giocare.

“Questo non è del tutto corretto”, ha detto Malago all’emittente italiana RAI. “Sebbene [he] Se fai il bagno in un campo e mangi e dormi in condizioni avanzate, il messaggio è completamente falso.

“Ricevo ogni giorno decine di email da mamme e papà che sono arrabbiati perché i loro figli non hanno il pass verde e non possono fare sport.

“Spiegami perché un campione che si trova nella stessa situazione può farlo”.

Per accedere agli eventi sportivi indoor in Italia, è necessario essere in possesso di un certificato di vaccinazione o del “Super Green Pass” persone che si sono recentemente riprese da un’infezione Govt.

READ  Celebra l'indipendenza e la democrazia dell'Italia a Bradford

Djokovic è risultato positivo al virus a dicembre e in seguito ha ammesso di aver violato consapevolmente le regole dell’autoisolamento in un’intervista e di aver partecipato a un servizio fotografico.

Nonostante sia stato esentato dal giocare come giocatore non vaccinato, al 34enne è stata negata la possibilità di difendere il suo titolo agli Australian Open dopo essere stato espulso con false informazioni sui suoi moduli di immigrazione.

L’Open d’Italia farà teoricamente parte della struttura di molti protagonisti dell’Open di Francia di Roland-Carros, ma Djokovic salterà l’evento di Parigi per la necessità della Francia di vaccinare i partecipanti agli eventi sportivi.

Parla con BBCDjokovic ha confermato la sua disponibilità a saltare gli Slam per la sua posizione sul vaccino: “È quello per cui sono disposto a pagare”.

Djokovic è tornato al tennis competitivo lunedì battendo Lorenzo Musetti in due set a Dubai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.