Noah Cowan in memoria di Guy Madden

Il regista condivide con IndieWire le parole sull’amato ex leader del TIFF, scomparso il 25 gennaio all’età di 55 anni.

Il mondo del cinema ricorda Noah Kwanl’amato ex leader del TIFF, programmatore di festival, consulente di arti visive e direttore esecutivo di SFFILM, che Morì il 25 gennaio all’età di 55 anni.

Quei registi le cui carriere ha toccato e contribuito a plasmare come ex direttore artistico di TIFF Bell Lightbox, tra molti altri lavori, Jay Owen. Il regista di “My Winnipeg” ha condiviso parole con IndieWire sul suo collega sostenitore del cinema canadese, che negli ultimi anni ha consultato organizzazioni come l’International Finance Corporation, il Telluride Film Festival e l’Edinburgh Motion Picture Center.

Kwan ha regolarmente sostenuto e presentato i film influenti di Maddin a Toronto e San Francisco, con i due che mantengono un’amicizia e un’ammirazione reciproca. Ecco il messaggio di Jay Maddin, che è stato condiviso con IndieWire:

Noah Cowan è stato uno dei più grandi maghi dell’imboscata nel cinema, era un maestro di scena che camminava in mezzo a noi a livello del marciapiede e si divertiva moltissimo con tutti fino al TIFF, che è un’impresa incredibilmente sorprendente per qualcuno con un background cinematografico.

In qualità di consumatore di film, Noah ha di gran lunga la gamma di sopracciglia più ampia del settore, dall’alto verso il basso. Che sia benedetto per questo! Ecco cosa mi è piaciuto di lui. Che forza umana e calorosa era nel vasto, meraviglioso, e spesso freddo mondo dei festival.I cineasti che ha programmato si sono sentiti non solo i benvenuti, ma extra speciali, arruolati nei suoi piani maliziosi come lo eravamo noi in molte volte!

READ  Sam Heughan di Outlander afferma che il film Everest con Ewan McGregor "non è successo"

“Noah mi ha salvato il culo troppe volte. Ha commissionato a me e ai miei partner la produzione del lungometraggio The Green Fog per SFIFF nel 2017, proprio quando avevo più bisogno di lavoro. Aveva già fatto lo stesso per me commissionando episodi di film per l’apertura di Lightbox nel 2011. Ha ottenuto innumerevoli concerti e cene gratuite ai tavoli costellati di star!

“Se non sono riuscito a cogliere tutte le mie possibilità, di certo non è stata colpa del mio caro Noah. Sembrava che si prendesse sempre cura di me. E per gli innumerevoli altri amici che avrebbe amato e goduto fino alla fine. Può essere casualmente disarmante , e premuroso. Ha saputo mettere tutti a proprio agio intorno a lui dopo la sua orribile diagnosi. C’erano sempre risate e amore intorno a lui nei suoi ultimi mesi. Anche profonda tristezza, sì, ma in qualche modo quell’umano è riuscito a raggiungere il più amorevole , gioiosa, meravigliosa morte possibile.

“Che vita! Ti amo, Noè! “

Partecipazione: Rimani aggiornato con le ultime notizie su film e TV! Iscriviti alle nostre newsletter via e-mail qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *